“Con grande rammarico, durante il Consiglio Comunale del 26 Giugno 2020, abbiamo appreso che la piscina comunale di Firenzuola non verrà riaperta per l’estate 2020, come non verrà riaperto il Chiosco di Coniale. – scrivono i componenti della lista “Bene comune” – Consci delle difficoltà, delle responsabilità che incombono su chi avrebbe dovuto gestire gli impianti e consci del ritardo dei lavori (per quanto riguarda i filtri della piscina) il nostro gruppo tiene a sottolineare alcuni punti secondo noi fondamentali:

1️⃣ Nella estate di quest’anno, visti i mesi di lockdown e vista la fuga (comprensibile) dalle città verso il nostro territorio, si tratta di una occasione persa.

2️⃣Nei comuni a noi vicini gli impianti sono stati riaperti (privati o pubblici che siano) con le dovute, e stringenti sicuramente, precauzioni e restrizioni anche grazie ad un dovuto coordinamento da parte delle amministrazioni;

3️⃣ Più in generale, Firenzuola, deve diventare attrazione per turisti e cittadini e tutti questi servizi, con le difficoltà che in questo momento tutta l’Italia sta attraversando, dovrebbero essere un primo passo verso questo obbiettivo.

4️⃣ Debbono essere garantiti servizi anche e soprattutto agli abitanti del nostro comune.

Infine, riteniamo che occorressero, da parte dell’Amministrazione, maggiori capacità di previsione e di programmazione.

I ritardi e le inefficienze si pagano purtroppo molto care!” Conclude la Lista “Bene comune”