“La civile protesta dei commercianti di Borgo San Lorenzo è un grido di dolore che va ascoltato. – scrive Davide Galeotti, responsabile per Borgo di FI –  Una categoria cruciale del nostro tessuto economico,  già in sofferenza da prima dell’ emergenza Coronavirus per eccessiva tassazione, burocrazia opprimente ed  incuria delle amministrazioni locali non può essere lasciata sola di fronte a certe  assurdità dei provvedimenti governativi.

Soprattutto quando essa sceglie metodi di protesta assolutamente rispettosi delle norme di emergenza e fa richieste basate sul buon senso e sulla comprensione dell’esigenza di continuare a limitare i contagi . Richieste tra le quali siamo molto lieti di ritrovare alcune nostre proposte avanzate durante la campagna elettorale dello scorso anno , come le agevolazioni sui parcheggi e la flessibilità sulla mobilità cittadina. I commercianti non chiedono altro che di poter ricominciare a lavorare in sicurezza, a produrre reddito e ad offrire servizi ai cittadini dei quali ormai si sente la mancanza ( come nel settore dell’ abbigliamento ), facendo proposte ragionevoli e meritevoli di attenzione.

Occorre dunque ascoltare queste proposte, farsene interpreti e agevolare in ogni modo possibile l’ascolto da parte di una maggioranza di governo regionale e nazionale che appare assai confusa sugli aspetti economici derivanti dalla comparsa della pandemia globale e sulle misure per attenuarli.

Come Forza Italia, sia a livello regionale che parlamentare abbiamo sempre sostenuto la ripartenza dei settori economici nel rispetto delle norme di sicurezza sanitaria, ottenendo anche ascolto e accoglimento delle nostre proposte e quindi appoggiamo convintamente  le richieste dei commercianti Borghigiani.

Auspichiamo dunque  – conclude Galeotti – che l’ amministrazione comunale a guida PD superi ( almeno stavolta ) il suo purtroppo tradizionale rapporto ancillare verso le strutture centrali ( nazionali e regionali ) di Partito e dimostri concretamente di saper svolgere il ruolo per cui è stata eletta : curare gli interessi, il benessere e la libertà economica dei Borghigiani”.