È iniziato martedì, con la prima assemblea pubblica che si è svolta al Teatro Giotto di Vicchio, il percorso di informazione e partecipazione relativo ad un progetto,  per la realizzazione di un impianto eolico che coinvolge i Comuni di Vicchio e Dicomano, presentato da AGSM (società di proprietà del Comune di Verona che si occupa di produzione di energia e che in Mugello ha già realizzato l’impianto eolico di Carpinaccio a Firenzuola). Il progetto prevede l’installazione di 8 pale eoliche sul crinale fra Villore e Corella e precisamente 7 nel Comune di Vicchio e una in quello di Dicomano, che forniranno corrente ad oltre 30.000 famiglie della zona. Qualora il progetto venisse approvato e i lavori avviati, è stato anche previsto che l’accesso ai lavori sarà nel Comune di Dicomano, passando dalla strada di Corella. La zona è stata individuata da AGSM a seguito dei monitoraggi che la società effettua in tutta Italia, e dopo aver scartato altre locazioni prese in considerazione, in quanto rispondente ai requisiti previsti per questo genere di interventi.

“Sono soddisfatto per la partecipazione di martedì sera – ha commentato il sindaco di Vicchio Filippo Carlà Campa –. Un confronto con i cittadini che hanno preso visione del progetto ed hanno potuto richiedere informazioni, esprimere osservazioni, critiche ed interloquire con i tecnici di AGSM. È il primo passo di un cammino che intendiamo percorrere con i cittadini e che vedrà altre assemblee, incontri, oltre ad un sito dedicato che sarà visibile a breve”. “Alcune persone hanno espresso una certa titubanza, soprattutto coloro che risiedono nelle zone in cui dovrebbero essere effettuati i lavori – ha aggiunto il sindaco–. È comprensibile, dal momento che si tratta di un’opera di notevole rilevanza e di grande impatto per il territorio. Tuttavia, credo che non dobbiamo porci dei limiti a priori. Questa occasione potrebbe trasformarsi in una grande risorsa per il Mugello. Nelle prossime ore ufficializzeremo anche la data della visita ad uno degli impianti eolici che AGSM ha realizzato: i cittadini avranno, così, la possibilità di vedere personalmente un intervento analogo a quello prospettato per il nostro territorio. Il tema delle energie rinnovabili – ha poi concluso – è fondamentale per il futuro del nostro pianeta: ecco la necessità di un percorso di informazione e partecipazione che fornisca tutti gli elementi possibili per un approccio sereno, costruttivo, consapevole, senza paraocchi”.

Sophia Siviero