Gentili destinatari della presente

ANNO DOMINI 2020 ..25 GIUGNO

Sarò molto breve…vi pare normale che ad oggi dopo svariati mesi e nonostante le reiterate proteste dei pendolari, alle prese con la burocrazia di Trenitalia, ancora non ci sia traccia dei rimborsi per gli abbonamenti pagati, e no ngoduti, di marzo?

Cari destinatari della presente, vi pare normale che in questa parte di Italia i disagi, quasi giornalieri, in particolare sulla Faentina e sulla tratta Val di Sieve proseguano con regolarità? Carissimi, mentre Trenitalia e la Regione Toscana pubblicizzano in pompa magna le app e il treno rock, ciò che accade nei nostri territori lo descrivo con le testuali parole di una mamma sui social (dopo che la settimana scorsa era stata un delirio) .”Stamani mia figlia è stata lasciata a piedi dal treno regionale 6870 proveniente da Borgo S.lorenzo, perché il treno era pieno e non era possibile rispettare le distanze. Possibile mettere due miseri vagoni in questo momento dove è d’obbligo la distanza e lasciare a piedi gente che ha già pagato il biglietto?? E il treno successivo è alle 10.30! E se doveva sostenere un esame o un appuntamento medico?? Queste son cose gravi, le ferrovie sono da denuncia!”

Sono seguiti vari commenti esasperati che potete immaginare.

Mentre l’Assessore Regionale Vincenzo “va tutto bene ” Ceccarelli si fa bello col treno rock e dice (come fa?????) che il servizio è a posto, questo è ciò che accade ogni giorno.

Ogni commento mi pare superfluo; meditate gente, meditate….

Giampaolo Giannelli, Vice Coordinatore Provinciale Forza Italia con delega a Trasporti e Viabilità