Sono state assegnate le risorse del bando, del valore di 4 milioni e pubblicato lo scorso aprile, per il co-finanziamento di interventi di rigenerazione urbana nelle aree interne della Toscana. Le richieste sono state 58 e, a seguito dell’analisi sui requisiti condotta da un apposito nucleo tecnico, è stata stilata una graduatoria, nella quale sono state inseriti 14 dei progetti proposti. Tra i Comuni che hanno ottenuto il finanziamento c’è anche Marradi, il cui progetto prevede la realizzazione di opere per riqualificare e riconnettere tre aree in prossimità del centro storico, ossia Polo servizi socio-sanitari “Ex Lazzaretto”, Parco culturale Piscina e Parcheggio degli Alpini, al fine di migliorne l’accessibilità e potenziarne la funzionalità.

“L’alto numero di proposte progettuali avanzate testimonia l’importanza di questi interventi – spiega l’assessore regionale al governo del territorio Vincenzo Ceccarelli – e il desiderio di riqualificare le aree urbane delle amministrazioni comunali, anche di quelle piccole e situate in aree ritenute più ‘deboli’. Sono molto soddisfatto della risposta del territorio a questa iniziativa e farò il possibile per ripeterla anche nel 2020. La rigenerazione urbana è essenziale nell’ottica del consumo zero di nuovo territorio. Solo recuperando e riqualificando le aree già urbanizzate è possibile evitare il degrado e dare nuova vita ai centri abitati, contrastando il consumo di suolo”.