Il Sindaco Triberti: “Atto incivile e stupido ma i volontari sono pronti a risistemare tutto e li ringraziamo”

Atti vandalici alla baita di Poggio Giuliano sul monte Lavane. Diversi i danni che ignoti hanno causato a questa struttura frequentata da numerosi escursionisti e mantenuta con l’impegno di volontari. Probabimelmente con l’uso di una mazza è stato distrutto il camino e sono stati divelti e rovinati mobili e infissi. Anche l’area esterna è stata danneggiata e deturpata.

L’episodio di vandalismo è stato segnalato ai carabinieri dal sindaco di Marradi Tommaso Triberti: “Si tratta di un atto grave, incivile e stupido – afferma il sindaco Triberti – che subisce un territorio bellissimo che scommette sul turismo slow e – aggiunge – un atto grave verso la collettività e i tanti volontari che impiegano tempo e passione per la valorizzazione di siti come la baita di Poggio Giuliano”. Alla rabbia e allo scoramento per il gesto e i danni si è sostituita tra i volontari la voglia di risistemare e rendere nuovamente fruibile questo bene, come fa sapere il sindaco Triberti: “I volontari che ci hanno segnalato l’atto, pur arrabbiati e delusi, sono già pronti a ripartire e a mettersi a lavoro per risistemare, perché Marradi merita questo. A tutti loro va il ringraziamento per quello che hanno sempre fatto e quello che faranno e continueranno a fare”. Il sindaco Triberti è arrabbiato e lancia un appello: “Fatti di questo genere non dovrebbero mai accadere e non devono più accadere, perché arrecano un danno e comportano spese alla collettività. Per questo chiediamo la collaborazione di chiunque abbia informazioni utili sull’accaduto per poter risalire agli autori”.