“Abbiamo appreso, nei giorni scorsi, di minacce di morte – scrivono gli esponenti mugellani di Forza Italia – sia a mezzo social che privatamente rivolte al Consigliere di Borgo San Lorenzo della Lega Claudio Ticci, dopo il suo post “la scuola come Auschwitz”; riteniamo queste minacce gravissime, espressione di un imbarbarimento della politica che non ci appartiene, e dal quale ci sentiamo profondamente lontani. Per questo, esprimiamo piena solidarietà personale al Consigliere minacciato.

Sia chiaro – precisa Giannelli – che seppure il Ticci si è scusato per il suo post, le critiche che abbiamo espresso nei giorni scorsi, sul contenuto, restano, e restiamo molto distanti dai concetti da lui espressi; ma è intollerabile che a seguito di queste parole siano piovute vergognose minacce di morte che devono essere stigmatizzate nella maniera più assoluta, oltre che essere sottopposte al vaglio di approfondite indagini.

Il clima che stiamo vedendo sui social, in questi giorni, ci preoccupa. – sottolinea Galeotti. –  Chiediamo quindi a tutti di riportare il clima nell’alveo di una sana polemica politica, che affronti i problemi dei cittadini, che è quello che serve per affrontare al meglio la prossima competizione elettorale. Auspichiamo quindi – concludono Giannelli e Galeotti – che oltre all’accertamento di eventuali responsbilità penali da parte della Magistratura, anche gli altri esponenti delle forze politiche seguano il nostro esempio, sia nell’esprimere solidarietà personale a Claudio Ticci in merito alle minacce ricevute, sia nell’abbassare i toni, visto che di tutto abbiamo bisogno in questa fase meno che di un clima avvelenato e pericoloso”.

Nella foto: Davide Galeotti coordinatore del Circolo di Forza Italia di Borgo San Lorenzo