Un’ordinanza della Protezione civile di ieri, 29 marzo, ha distribuito tra i comuni italiani i 400 milioni di euro stanziati dal Governo a favore di chi è in difficoltà per l’acquisto di generi alimentari. Non si sa quando questi soldi saranno disponibili per i Comuni. Sembra però che possano essere distribuiti al più presto. Infatti i Comuni possono consegnare dei buoni spesa alle persone in difficoltà con i quali andare a comprare i prodotti alimentari. Non sembra quindi necessario aspettare di avere i soldi in cassa, ora che si sa quanto ha avuto ciascun Comune. Saranno i Comuni stessi a individuare le persone che necessitano dell’aiuto. Inoltre i singoli enti potranno aggiungere al fondo statale donazioni ricevute, per lo stesso scopo, da privati, associazioni, aziende e si potranno servire delle associazioni di volontariato per la distribuzione dei buoni o dei pacchi alimentari. Ricordiamo che, ad esempio, la COOP, come altre catene di supermercati,  ha già deciso di aggiungere un ulteriore sconto a chi andrà a fare la spesa con i buoni.

L’ANCI toscana ha comunicato l’elenco dei fondi assegnati a ciascun comune. In Mugello e Valdisieve sono stati distribuiti secondo l’elenco riportato qui sotto, in base al numero degli abitanti e, in piccola parte, anche in base al reddito medio degli abitanti. (P.M.)

 

Contributo spettante a ciascun comune per misure urgenti di solidarietà alimentari

Borgo San Lorenzo 99.280

Barberino 57.983

Dicomano 34.013

Firenzuola 28.671

Londa 11.564

Marradi 17.695

Palazzuolo 5.993

Rufina 38.075

Pontassieve 109.684

Pelego 41.347

San Godenzo 7.382

Scarperia e San Piero 74.785

Vaglia 27.414

Vicchio