Dopo alcune polemiche scoppiate a Scandicci Publiacqua fa chiarezza sulla salubrità delle borracce distribuite nelle scuole . Publiacqua precisa che le istruzioni sulla cautele da osservare per un corretto uso delle borracce sono scritte sul vademecum contenuto nella scatola delle borracce. Le borracce però sono state date ai ragazzi che, con ogni probabilità in molti casi, hanno buttato via la scatola e le istruzioni e, a quanto ci risulta, tali istruzioni non sono state diffuse con i numerosi comunicati che hanno accompagnato la distribuzione. Per questo si chiede ai genitori di prendere nota con attenzione delle istruzioni e delle cautele suggerite da Publiacqua  per un corretto uso delle borracce. Pubblichiamo qui di seguito le istruzioni con il testo completo del comunicato di Publiacqua. (P.M.)

“In merito alla polemica relativa alla sicurezza delle borracce in alluminio distribuite da Publiacqua si precisa innanzitutto che:

1)  le borracce distribuite all’Istituto Comprensivo Altiero Spinelli di Scandicci non sono state consegnate da Publiacqua e sono state acquistate e distribuite in totale autonomia dalla Scuola stessa;

2) Il gestore del servizio idrico, in collaborazione con il Comune di Scandicci, ha invece distribuito 380 borracce in alluminio agli alunni delle prime classi elementari. L’Amministrazione comunale ha poi provveduto ad integrare questa prima fornitura distribuendole anche alle altre classi delle scuole primarie del territorio.

Tutte le borracce sono state distribuite a titolo assolutamente gratuito, accompagnate da un segnalibro e da un vademecum (consegnato al Comune e destinato a insegnanti e dirigenti scolastici) dove, tra l’altro, sono riportati alcuni consigli sull’utilizzo delle stesse e che di seguito riportiamo in sintesi:

1)    Non utilizzare la borraccia per bevande acide;

2)    Non mettere le borracce in congelatore, microonde, ed a contatto con una fiamma;

3)    Lavare una volta il giorno utilizzando acqua e detersivo da piatti non acido.

E’consigliabile inoltre non lavare le borracce in lavastoviglie.

Le 13.000 borracce distribuite da Publiacqua nelle scuole dei Comuni serviti sono dotate della certificazione prodotta dall’azienda produttrice per l’importatore e che riguarda tutte le parti della borraccia che possono venire a contatto con il contenuto della stessa. Per maggiore sicurezza, ed a tutela dei bambini a cui le borracce sono destinate, Publiacqua ha però provveduto ad un’ulteriore certificazione realizzata in Italia da un laboratorio accreditato e di riconosciuta esperienza e affidabilità.

Entrambe le certificazioni sono pubblicate sul sito dell’azienda, visualizzabili online e scaricabili (https://bit.ly/346NK6d).

Alla luce di quanto detto sopra, ed in considerazione delle affermazioni assolutamente strumentali che alcuni soggetti stanno diffondendo in rete e sui media – conclude Publiacqua – e tendenti a minare una iniziativa che non ha colore politico ma solo una forte valenza ambientale, Publiacqua intraprenderà tutte le azioni necessarie per difendere l’onorabilità e l’immagine dell’azienda.