La Giunta dell’Unione dei Comuni aderisce ad appello pubblico Fiom-Cgil Firenze

“Fase 2” sì, ma garantendo in tutte le aziende condizioni di sicurezza a tutela dei lavoratori. Così si esprimono i sindaci del Mugello che hanno aderito all’appello pubblico lanciato dalla Fiom-Cgil Firenze.
L’“Appello pubblico – Per la salute e la sicurezza, Prima le persone” della Fiom-Cgil Firenze “propone di costruire a livello provinciale un protocollo contenente linee guida da introdurre nei luoghi di lavoro metalmeccanici per salvaguardare la salute dei lavoratori, la salute pubblica e il reddito”.
Affermano i sindaci dell’Unione dei Comuni del Mugello: “Sosteniamo lo scopo dell’appello pubblico della Fiom-CGIL Firenze, pur rimarcando che sarà compito della politica e delle istituzioni, avvalendosi del parere delle autorità sanitarie, di decidere sulla ‘Fase 2’, per costruire a livello territoriale – sottolineano – un protocollo che permetta di avere regole facilmente applicabili per riaprire al più presto e in sicurezza le attività produttive. Il nostro auspicio – proseguono i sindaci – è che questa sia una base che diventi condivisa da tutte le associazioni di categoria, perché in ogni settore, oltre a quello produttivo, ci sia quanto prima una ripartenza in totale sicurezza per i lavoratori”