La misura riguarda le famiglie per il periodo della sospensione dell’attività didattica. Posticipata scadenza Tosap e Imposta pubblicità. Per l’emergenza Coronavirus, i sindaci del Mugello assumono alcune prime misure straordinarie a sostegno delle famiglie e attività. E’ un atto di indirizzo che la Giunta dell’Unione dei Comuni del Mugello ha approvato all’unanimità nella seduta di stamani e che impegna le Giunte degli 8 Comuni del territorio. In particolare, riguardo alla sospensione dell’attività didattica, le famiglie non pagheranno i servizi a domanda individuale – tariffe mensili degli asili nido, trasporto scolastico, prescuola – per i giorni di non utilizzo. Sarà, poi, previsto singolarmente dai Comuni se disporre un rimborso o un credito. Inoltre, è stato deciso di posticipare al 30 giugno 2020 la scadenza Tosap (tassa occupazione suolo pubblico) permanente e dell’Imposta comunale sulla pubblicità. Fino al 30 giugno sarà sospesa anche l’attività di notifica di questionari e avvisi di accertamento sui tributi comunali mentre sarà posticipato l’invio ai contribuenti degli avvisi bonari di pagamento di Tosap e Imposta comunale sulla pubblicità. Infine, in caso di rateizzazione di tributi comunali, la dilazione di una o più rate nel periodo tra il 10 marzo e il 30 giugno non comporterà la decadenza di tale beneficio.
“Vista l’emergenza in atto e quindi le forti limitazioni di libera circolazione delle persone, ma anche per venire incontro alle esigenze delle famiglie e delle attività – affermano i sindaci – abbiamo deciso di ricalcolare tariffe e rette dei servizi a domanda individuale non facendo pagare asili nido, servizio di trasporto scolastico e servizio prescuola per il periodo di chiusura delle scuole. Oltre a questo, abbiamo posticipato al 30 giugno il pagamento di Tosap e Imposta comunale sulla pubblicità e sempre fino al 30 giugno, relativamente ai tributi comunali, non perderà il beneficio della rateizzazione il cittadino che non riesce a versare la o le rate previste”.