“Stiamo attraversando uno dei momenti più drammatici del paese, un momento di emergenza sanitaria, nel quale, con l’avvicinarsi della Pasqua, e nel pieno della Settimana Santa, risulta impossibile purtroppo celebrare in modo tradizionale le funzioni religiose – così afferma Giampaolo Giannelli, Capogruppo Centrodestra Dicomano. –  Proprio in momenti come questo – continua Giannelli – oltre ad un forte sentimento di legame nazionale, di senso di appartenenza alla Patria, che ci unisce, occorre anche un forte legame contrassegnato dalla Fede, vissuta certamente come qualcosa di intimo e personale, totalmente apolitico, ma che deve partire anche e soprattutto da coloro che sono chiamati a svolgere ruoli di rappresentanza istituzionale”.

“Ecco perchè – prosegue Maria Gaetano, Capogruppo a Barberino di Mugello per Forza Italia – abbiamo aderito con entusiasmo a questa iniziativa, con la quale, in un momento così doloroso, esortiamo i Sindaci di tutta Italia a voler mettere il proprio territorio sotto la protezione di Dio e di Maria Immacolata, affinchè venga a cessare l’epidemia di Coronavirus che sta sconvolgendo le nostre vite quotidiane”.

“In passato – precisa Maria Concetta Raponi, Consigliere Comunale Forza Italia Siena – in ogni momento drammatico, e/o importante, nella vita degli uomini, sono sempre state fatte invocazioni solenni, che rafforzano non solo il nostro spirito, la nostra anima, ma anche la forza delle azioni che vengono intraprese giorno dopo giorno”.

Nel documento si esortano i Sindaci ad agire in vari modi, ognuno dei quali importante ed opportuno; ciò che conta è la ripresa del fervore della Fede, che ci sia di aiuto in momenti come questo.

“Ecco perchè – concludono Giannelli, Gaetano, Raponi – siamo tra i primi firmatari di questo documento, che vede l’adesione di Parlamentari, sia alla Camera che al Senato che al Parlamento Europeo, Sindaci, Consiglieri Comunali; nella consapevolezza della forza della Fede in momenti come questo. Invitiamo anche altri rappresentanti nelle istituzioni ad aderire a questa iniziativa, al documento, che chiaramente contiene i nomi e la qualifica ma non l’indicazione del partito di appartenenza, proprio per la matrice ovviamente apartitica dell’iniziativa”.