Una gara di solidarietà diffusa per combattere un avversario duro: il Covid-19. La mobilitazione in Mugello è stata ampia con raccolte fondi e iniziative solidali, donazioni da parte di associazioni, aziende private, cittadini. Nei primi giorni dell’emergenza Coronavirus il gruppo “Infermieri e Ostetriche in Teatro” e l’associazione culturale “Live Art” avevano lanciato una campagna a favore dell’Ospedale del Mugello, sostenuta anche dall’Unione Montana dei Comuni del Mugello e dalla Società della Salute Mugello.

Una “grande catena di generosità e solidarietà” fatta di 457 donazioni, con la quale sono stati raccolti oltre 80.000 euro. Contributi che si sono tramutati in strumentazioni – un ventilatore polmonare, due ecografi di ultima generazione, una sonda – e dispositivi di protezione individuale per il presidio ospedaliero.

Un ringraziamento anche da parte della Società della Salute del Mugello ai promotori di questa iniziativa solidale e a tutti coloro che hanno partecipato con donazioni. Da parte del direttore dell’Ospedale del Mugello Claudia Capanni e del direttore della Società della Salute Mugello Michele Mezzacappa un ringraziamento alle Amministrazioni comunali che hanno contribuito a sostenere tutti i servizi attivati nella gestione dell’emergenza sanitaria.