(In foto Gabriele Sarti)

In conseguenza a quanto accaduto precedentemente e qui riportato http://www.osteriaegiornale.it/licenziamento-gabriele-sarti-usb-firenze-alia-faccia-rispettare-le-norme-per-la-prevenzione-dal-contagio/, la Cooperativa ATI, tramite comunicato stampa, dichiara la propria decisione.

« Con accordo siglato in data 30 Aprile 2020 la Cooperativa ATI ha reintegrato il Sig. Gabriele Sarti. La decisione è stata assunta di fronte alla presa d’atto che, in una situazione emergenziale e in evoluzione repentina e continua, a volte confusiva nelle informazioni inerenti le protezioni necessarie, la paura del contagio possa aver preso il sopravvento su valutazioni razionali.

Nel rispetto dei propri soci e lavoratori, di tutti i cittadini fruitori dei servizi di pubblica utilità, delle Istituzioni Locali che hanno diretto interesse affinché le attività svolte sul territorio siano conformi alle normative di settore, in ottemperanza agli obblighi contrattuali verso i committenti, la Cooperativa Ati ci tiene a precisare di aver adempiuto con tempestività e completezza a tutte le disposizioni emanate dai DPCM, dalle Ordinanze ministeriali e regionali e di aver allineato la propria organizzazione al “Protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro sottoscritto il 14 marzo 2020 su invito del Presidente del Consiglio dei ministri, del Ministro dell’economia, del Ministro del lavoro e delle politiche sociali, del Ministro dello sviluppo economico e del Ministro della salute, che avevano promosso l’incontro tra le parti sociali, in attuazione della misura, contenuta all’articolo 1 (comma primo, numero 9), del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 11 marzo 2020” che – in relazione alle attività professionali e alle attività produttive – raccomanda intese tra organizzazioni datoriali e sindacali ».

Molte erano le espressioni di solidarietà a Berti e di denuncia dell’inaccettabile comportamento di ATI quali quelli dei sindacati di base http://www.osteriaegiornale.it/licenziamento-gabriele-sarti-usb-firenze-alia-faccia-rispettare-le-norme-per-la-prevenzione-dal-contagio/ , di Cambiamo e della Lega Mugello http://www.osteriaegiornale.it/mugello-chiede-difese-dal-covid19-licenziato-solidarieta-a-gabriele-sarti/ , del partito marxista leninista http://www.osteriaegiornale.it/vicchio-dai-marxisti-leninisti-solidarieta-a-gabriele-sarti/ , della RSU e la RLS della Lavanderia Industriale CHI-MA http://www.osteriaegiornale.it/scarperia-e-san-piero-dalla-rsu-della-chi-ma-solidarieta-a-gabriele-sarti/.