In merito alla possibile realizzazione di un impianto eolico che interesserebbe il Mugello ed in particolare il territorio dei comuni di Vicchio, Dicomano e San Godenzo la Lega Mugello dichiara di “schierarsi dalla parte dei cittadini nell’ottica dell’ascolto e della trasparenza”.

Commentano Claudio Ticci, Responsabile Lega Ambiente e Consigliere, e Atria Francesco, Capogruppo a Borgo San Lorenzo: “Noi entriamo in merito dell’impianto eolico cercando di portare a conoscenza tutti gli interessati di molteplici aspetti, fornendo un’informazione capillare e dando ascolto ai cittadini. Per questo ci prendiamo l’impegno di creare un percorso informativo organizzando e partecipando ad una serie di incontri/dibattiti aperti a tutti per dare un’informazione completa, trasparente, veritiera e per sviscerare e rendere fruibili tutti gli aspetti positivi e negativi, svantaggi e vantaggi e non solo quello che fa più comodo alle parti”.

Prosegue Elisa Tozzi, Responsabile Lega Enti Locali: “All’interno delle serate ci saranno dibattiti (con esponenti politici, tecnici, esperti, cittadini, associazioni, comitati del SI e del NO), proiezione di video, presentazioni di slides, proposte alternative. Sentiremo entrambe le campane nell’ottica della divulgazione, dell’informazione ma soprattutto dell’ascolto di chi ormai viene ascoltato, da una precisa parte politica, solo quando fa comodo ai fini elettorali, ovvero i cittadini”.

Il Vice-Segretario Matteo Gozzi aggiunge: “Struttureremo, cercando il contributo di tutti gli attori, il percorso in 4 Fasi: informativa/divulgativa, confronto/dibattito, propositiva, decisionale. Il tutto per poter diventare a fine del percorso cittadini informati e responsabili, capaci di poter prendere una scelta consapevole a riguardo.”

Conclude il Referente Lega per Dicomano Francesco Rondoni: “Una scelta che non può essere imposta e calata dall’alto ma si deve basare sull’ascolto delle parti e su un’adeguata informazione ai cittadini i quali sono i primi conoscitori del territorio e i principali attori ad aver voce in capitolo. Noi saremo tra e per la gente affinché ognuno in coscienza e conoscenza possa alla fine prendere una propria posizione a riguardo. Decidi di decidere.”

“Ricordiamo – conclude il Gruppo Lega Mugello – inoltre che in nessun programma di mandato amministrativo era paventata la possibile realizzazione di questo impianto e per questo motivo riteniamo giusto che vengano in primis ascoltati i cittadini e che a loro spetti l’ultima parola a riguardo. Cercheremo tutti insieme all’interno del percorso di valutare quale sia lo strumento migliore per questa, ormai passata di moda, democrazia diretta”.