Sull’operazione dei carabinieri che ha smantellato una rete di spacciatori in Mugello (leggi articolo), Giampaolo Giannelli, esponente di Forza Italia,  c’invia questa riflessione. “Abbiamo appreso che “nella mattinata di mercoledì 27 maggio, i Carabinieri di Borgo San Lorenzo hanno dato esecuzione a un’ordinanza applicativa della misura cautelare dell’obbligo di dimora,  nei confronti di 9 indagati ritenuti responsabili di spaccio di sostanze stupefacenti e psicotrope.” I provvedimenti cautelari, eseguiti nei comuni di Vicchio, Scarperia e San Piero, Empoli, Dicomano, Signa e Fiesole, sono stati emessi,  – precisa Giannelli –  a conclusione di articolate indagini dirette dal Sost. Proc. della Repubblica Dott. De Gregorio e avviate a partire dal dicembre 2019.

Oltre ad un plauso, meritatissimo, ai Magistrati che hanno coordinato le operazioni, e ai Carabinieri che le hanno portate avanti, la vicenda impone  delle serie riflessioni.

Non possiamo esimerci dal pensare infatti – prosegue l’esponente Azzurro – al fatto che il fenomeno del consumo di sostanze stupefacenti, purtroppo, come avevamo sottolineato nei mesi scorsi, (assieme all’abuso di alcool) è ben lontano dall’essere debellato nelle nostre zone. E che quindi, oltre ad una importante opera repressiva, efficacemente compiuta dalle Forze dell’Ordine in questo caso come in altri, occorre agire in maniera preventiva, avvalendoci in modo forte anche del supporto delle istituzioni scolastiche, visti gli episodi di di spaccio accertati in prossimità di alcune scuole.

Presenteremo quindi a breve – conclude Giannelli – un progetto che coinvolga Amministrazioni Comunali e mondo della scuola, affinchè si possa incidere con efficacia su un fenomeno che ha effetti devastanti sui nostri giovani e sull’intero tessuto sociale delle comunità”.