In un momento il cui fa notizia il dato nazionale di abbandono e dispersione scolastica, proprio dal nostro Mugello arriva una notizia che fa ben sperare.

L’Antica Macelleria Falaschi di Contea, con la collaborazione dell’agenzia formativa Proforma, lo Studio Commerciale Ciappi e l’assistenza tecnica di ANPAL Servizi Spa, ha attivato un contratto di apprendistato.

L’apprendistato duale di primo livello è un contratto che consente ai giovani tra i 15 e i 25 anni di frequentare un percorso di formazione professionale o istruzione per conseguire un titolo di studio e contemporaneamente di essere assunti come apprendisti, anticipando l’ingresso nel mondo del lavoro. Il giovane ha quindi la possibilità di accedere al mercato del lavoro con un regolare contratto, sviluppare competenze professionali necessarie per una specifica professione o ruolo aziendale e conseguire un titolo di studio. Questo è l’obbiettivo, raggiunto, dal progetto “TRASFORMER – ADDETTO ALLA CONDUZIONE DI IMPIANTO DI LAVORAZIONE E CONFEZIONAMENTO DI PRODOTTI AGROALIMENTARI”, iniziato nel 2018 ed ormai in conclusione, indirizzato ai ragazzi di età inferiore ai 18 anni che hanno adempiuto all’obbligo di istruzione e sono fuoriusciti dal sistema scolastico, i cosiddetti “Drop Out”.

La Regione Toscana è da anni impegnata a sviluppare progetti per diminuire una dispersione scolastica sempre più in crescita a livello nazionale e negli ultimi 5 anni è riuscita a passare da un 16% ad un 10% che fa ben sperare, ma che dimostra che ancora c’è molto da fare. La ricetta di questo particolare successo va rintracciata anche nella scelta di puntare su percorsi di formazione professionale e sull’alternanza scuola-lavoro.

A Borgo San Lorenzo l’Agenzia Formativa Proforma porta avanti da anni una serie di percorsi che rispondono sia alle esigenze espresse dagli enti pubblici e privati del territorio in termini di qualificazione e riqualificazione, sia all’idea di promuovere la creazione di nuove opportunità lavorative coerenti con le specificità produttive territoriali. Ma lo spirito di Proforma porta anche a mettere al centro dei suoi interventi i giovani e i loro contesti di riferimento: un orientamento inteso come insieme di attività che mirano a formare ed a potenziare le capacità permettendo di promuovere una maggiore autoconsapevolezza nei propri mezzi e nelle proprie capacità, supportando la definizione di specifici e personali percorsi di formazione e inserimento professionale. Per raggiungere tali risultati è necessario collaborare in modo stabile ed efficace con i referenti del proprio contesto economico, è necessario instaurare relazioni di lungo periodo, è necessario che la sinergia creata con le aziende del territorio in virtù del loro fabbisogno professionale trovi riscontro in ragazzi disposti ad imparare e a mettersi in discussione. È necessario far conoscere alle imprese i propri allievi attraverso periodi di alternanza scuola lavoro che possono trasformarsi in contratti lavorativi laddove ci sia reciproco interesse fra studente e azienda. Così è stato. Il nostro in bocca al lupo va dunque a Leonardo al quale auguriamo un futuro ricco di soddisfazioni.