Ieri lunedì 15 giugno doveva essere il giorno in cui i treni tornavano a circolare regolarmente sulla Faentina e sulla Borgo-Pontassieve. Ma non è stato proprio così. E’ l’esponente mugellano di Forza Italia Giannelli a denunciarlo, raccogliendo le segnalazioni di molti pendolari.

“E’ il 15 giugno, – scrive Giannelli – il giorno in cui, dopo una serie infinita di disagi, segnalati da numerosi utenti, su tutte le tratte ferroviarie e in  particolare sulla Faentina, e sulla linea della Val di Sieve si doveva tornare alla circolazione quasi normale, coi bus sostitutivi che tornavano nel garage; ebbene, ci viene immediatamente segnalato che i bus sostitutivi sono rientrati dentro ai garages, ma ecco che torna alla ribalta il prepotente GUASTO TEMPORANEO.

Infatti, alcuni pendolari ci segnalano che ”

” a causa di un guasto temporaneo agli impianti di circolazione nella stazione di FIESOLE-CALDINE, i treni della linea FIRENZE SMN – BORGO S.LORENZO – FAENZA potranno subire ritardi e variazioni.

Treno regionale 21451 (FIRENZE SMN – FAENZA) fermo in linea in prossimità di PIAN DEL MUGNONE.

Treno 6804 (FAENZA – FIRENZE SMN) fermo in linea tra VAGLIA e FIESOLE CALDINE

Treno regionale 21468 (BORGO S.LORENZO – FIRENZE CAMPO MARTE) fermo a VAGLIA”

E a far da cornice a questo, ovviamente prosegue Giannelli – l’ennesimo ritardo, l’ennesima attesa, per i rimborsi degli abbonamenti regionali non goduti a causa del lockdown: Per gli abbonamenti regionali, Trenitalia ci informa che “sta lavorando per uniformare le procedure”.

E Giannelli conclude con un’amara considerazione: “Trenitalia e Regione Toscana: una delle poche certezze. In negativo, purtroppo”.