“Ci troviamo, ancora una volta, dopo un mese di febbraio 2020 pesantissimo, ed un inizio marzo che non promette nulla di buono, a parlare dei disagi della circolazione ferroviaria – esordisce Giampaolo Giannelli, vice coordinatore provinciale Forza Italia con delega ai trasporti e capogruppo centrodestra Dicomano – Lo facciamo, in questo caso, con una accorata esortazione ai Sindaci dei Comuni che avevano approvato, all’unanimità, a fine 2019, un ordine del giorno condiviso sui disagi della circolazione della linea ferroviaria Valdisieve.

Era stato, quello, – continua Barbara Cagnacci, Capogruppo del Centro Sinistra per Londa – un momento storico,  di condivisone particolarmente importante, nel quale si era posto l’accento su materiale rotabile vetusto ed esigenza di nuovi treni, disagi per ritardi e altri disservizi, maggiore manutenzione dei mezzi in circolazione, informazioni ai pendolari carenti e si erano quindi rappresentate le esigenze dei pendolari nelle sedi adeguate. Un momento importante, che non va vanificato.

La Regione ha promesso undici nuovi treni messi in esercizio sulla linea Valdisieve entro marzo 2022, oltre a una gestione del servizio che tuteli maggiormente i pendolari – continua Samantha Latona, Capogruppo di Alleanza per Vicchio – ma oltre alle certezze sul domani, i pendolari chiedono un miglioramento oggi; perchè ogni giorno, dal 26 febbraio a ieri, si sono verificati ritardi cospicui e cancellazioni.

Ecco perchè – incalzano Loreno Nenci, del Gruppo Misto Pontassieve, ed Alessandro Borgheresi, di Insieme per Pelago – abbiamo ritenuto opportuno, come consiglieri comunali, formulare ai Sindaci questa esortazione mediante lettera aperta. Un modo non polemico, ma serio e costruttivo, di richiedere un incontro ufficiale, in Regione, dove siano presenti tutti i soggetti coinvolti, quindi Regione Toscana, Sindaci, vertici di Trenitalia, rappresentanti delle minoranze consiliari, e possibilmente anche i rappresentanti dei comitati dei pendolari.

Riteniamo – conclude Giannelli – che sia indispensabile un incontro ufficiale di questo tipo, con tutti i soggetti coinvolti, nel quale i vertici di Trenitalia diano le spiegazioni sui motivi che hanno portato ad un inizio 2020 se possibile ancora peggiore della fine di un 2019 certo non buono, e diano certezze anche nell’immediato sul miglioramento del servizio,

Nell’interesse generale dei pendolari”.

 

Giampaolo Giannelli, Capogruppo centrodestra Dicomano

Barbara Cagnacci, Capogruppo del Centro Sinistra per Londa

Alessandro Borgheresi, Insieme per Pelago

Loreno Nenci Gruppo Misto Pontassieve

Samantha Latona, Capogruppo di Alleanza per Vicchio