Dalla relazione sullo stato di salute dei mugellani della società della salute

Dal ‘Profilo di salute’, emerge che la popolazione del Mugello (63.847 residenti al 1/1/2019), così come quella della Usl Toscana Centro e della Regione, è sottoposta a un progressivo invecchiamento e la presenza di popolazione immigrata compensa solo marginalmente la regressione demografica nel territorio. I dati demografici indicano infatti, una stazionarietà della popolazione residente (-168; -0,26% rispetto all’anno precedente), una bassa natalità e la presenza di una elevata quota di popolazione anziana anche se il tasso di vecchiaia del Mugello risulta inferiore a quello regionale.

Complessivamente, il 24,5% dei residenti in Mugello ha un’età superiore a 64 anni (15.658) e di questi il 16,8% (2.636 persone) hanno più di 84 anni, di conseguenza è forte la domanda di assistenza per malattie croniche, disabilità e non autosufficienza. Si stima infatti che siano circa circa 1.300 gli anziani (età superiore a 64 anni) residenti nel Mugello in condizioni di non autosufficienza per almeno una delle attività di base della vita quotidiana. La risposta tali bisogni nel territorio mugellano, quali ad esempio inserimenti in RSA e/o attivazione di servizio di assistenza domiciliare diretta, risulta molto adeguata ed è più elevata rispetto a quella fornita in media sul territorio regionale.

I minori (9.973) rappresentano solo il 15,6% della popolazione residente, valore perfettamente sovrapponibile alla media della Usl Toscana Centro.

La mortalità generale presenta da decenni un andamento decrescente a livello locale, regionale e nazionale. Le cause di morte più frequenti sono rappresentate dalle malattie del sistema circolatorio e dai tumori, ma i miglioramenti nella prevenzione e nella cura di queste patologie hanno contribuito alla progressiva diminuzione della mortalità generale.

L’ospedalizzazione è in costante e progressiva diminuzione in tutte le zone della regione Toscana. Si rileva un eccesso di ospedalizzazione generale (maschi e femmine) nel Mugello rispetto alla USL Toscana Centro e alla regione; inoltre si rileva un valore superiore alla media regionale per patologie dell’apparato respiratorio e traumatismi nei maschi mentre per patologie del sistema cardio-circolatorio in generale nelle femmine.

Dati positivi si evidenziano per quanto concerne la qualità e l’appropriatezza di diversi servizi territoriali sanitari e sociosanitari in risposta ai bisogni espressi dalla popolazione residente.

Il netto miglioramento delle cure degli eventi acuti, che riducono la mortalità e favoriscono la sopravvivenza e l’invecchiamento della popolazione, determina un aumento della necessità di cure per le persone con una patologia cronica. Il 35% della popolazione residente in Mugello di età maggiore di 16 anni, soffre di almeno una malattia cronica tra quelle rilevabili tramite i dati dei flussi sanitari correnti ma anche in questo caso le risposte della zona evidenziano buoni livelli di performance rispetto a quelli regionali.