Il Presidente della Regione ha firmato una nuova ordinanza. Qualche timido allentamento delle misure Anticovid, del tutto insufficiente per la ripresa

Arriva l’ordinanza numero 62. Il presidente della Toscana Enrico Rossi l’ha appena firmata. Di fatto sono comunque poche le misure che cambiano tra quelle già messe in atto per ridurre il rischio di contagio da Covid-19. La maggior parte sono infatti riproposte così come erano state a suo tempo formulate e nella sostanza tre solo sono alla fine le differenze. La prima riguarda i protocolli anticontagio che le attività economiche e produttive che da aprile in poi avevano riaperto erano tenute a trasmettere alla Regione: i protocolli non dovranno più essere inviati. La seconda interessa le famiglie che vanno a fare spesa e shopping: cessa l’obbligo di ingressi negli esercizi commerciali limitati ad una sola persona per nucleo familiare. La terza modifica riguarda la pulizia, disinfezione, sanificazione e areazione dei locali: per le procedure d’ora in poi si dovrà fare riferimento semplicemente alle indicazioni contenute nei rapporti dell’Istituto superiore di sanità Covid-19.

NB. A causa delle rotture di coglioni ancora in essere per fronteggiare un virus senza più evidenze, non siamo stati in grado per 36 ore di aggiornare il sito del giornale. Ce ne scusiamo con i nostri lettori e ci auguriamo di non dover subire nuove interruzioni del nostro lavoro. (P.M)