Libra Casentino Book Festival, festival che celebra la montagna nel parco nazionale delle Foreste casentinesi, ha saputo conquistare un pubblico fedele e il coinvolgimento di grandi scrittori. Tra gli ospiti delle passate edizioni troviamo autori di successo come Paolo Cognetti, Tiziano Fratus, Claudio Morandini, Enrico Camanni, Sandro Campani e Maurizio Maggiani. L’evento, che da questa edizione vede la direzione artistica affidata a Paolo Vachino, ha come sottotitolo “Per valli, vette, crinali e confini”, da intendersi anche in senso allegorico. “Valli e crinali” sono il pretesto per parlare della vita lontano dai centri urbani. Lo spopolamento e il riavvicinarsi alla montagna, il paesaggio fragile e la tutela dell’ambiente montano, l’attenzione e il rispetto per la cultura e la memoria locale, la mobilità sostenibile e la salvaguardia delle economie dell’Appennino sono tematiche da sempre care a Libra. Di tutto questo si parlerà con l’antropologo Marco Aime, il paesologo Franco Arminio e gli scrittori Bruno Arpaia, Paolo Ciampi, Michele Marziani, Ivan Fantini, Paolo Merlini e Maurizio Silvestri. Si consolida dunque l’identità di Libra: evento letterario diffuso e festival “slow”, dell’ascolto, che offre la possibilità di partecipare a tutti gli eventi (gratuiti) in programma, garantiti anche in caso di maltempo. Le giornate di Libra si confermano ricche di eventi collaterali e alcune novità, tra cui il progetto speciale “Per te, Milad, la vita vale davvero la vita”, a cura della scultrice Teresa Ricco e del musicista polistrumentista Ciro Buttari, con incontri-laboratori di scultura nelle scuole; il “Dopofestival”, raduno notturno per parlare a ruota libera degli argomenti in programma; i laboratori di acquerello con i pittori Claudio Jaccarino e Max Masa; il concerto del sabato (Giorgio Canali -ex chitarrista dei CCCP- e la sua band Rossosolo); la mostra di immagini “Il bosco dentro e fuori” di Sara Brezzi; le escursioni in compagnia degli autori nei boschi; buon cibo con prodotti tipici locali e ancora tanta musica con il poli-strumentista Ciro Buttari e il gruppo Contrada Lamierone.
Il programma si apre venerdì 11 a Raggiolo.

– Alle 18:00 si potrà partecipare a una camminata al tramonto con gli “scrittori viaggiatori” Maurizio Silvestri e Paolo Merlini (con ritrovo presso l’ecomuseo della castagna).
– Alle 20:00 la “Brigata di Raggiolo” propone una cena a prezzo fisso (12 euro).

– Alle 21:00 “Il suono della solitudine” sarà il titolo dell’incontro con lo scrittore romanziere Michele Marziani.

– Alle 22:00 sarà la volta di “La musica della vita”, con le note di Ciro Buttari. A seguire “Dopofestival!”, che consisterà in un’assemblea notturna che si ripeterà tutte le serate, aperta a incursioni e scorribande nei territori del reale e del fantastico.

Sabato 12

– Il programma in Vallesanta si apre presso l’agriturismo “Il Doccione” alle 10:00. “Qualcosa là fuori” è una camminata con lo scrittore traduttore Bruno Arpaia.

– Alle 12:00 si potrà partecipare alla presentazione della guida “Alta via delle Marche”, con gli autori  Luca Marcantonelli, Ruben Marucci e Nicola Pezzotta.

– Alle 13:00 il “pranzo musicale” (15 euro) sarà a cura della Vallesanta Corde e del Circolo Arcadia.

Sabato 12, a Corezzo, alle 16:00, “Territorio e comunità” sarà una camminata con l’antropologo scrittore Marco Aime (con ritrovo presso la Scuola di Corezzo).

– Alle 18:00 “Acquerello cinese”sarà il titolo del programma con  i pittori acquarellisti Claudio Jaccarino e Max Masa. Seguirà “Il bosco dentro e fuori”, mostra per immagini a cura di Sara Brezzi – Alle 19:00, “Io la vedevo, dovevo”: il testo poetico verrà eseguito dallo scrittore “per urgenza” Ivan Fantini. La cena vedrà in campo la Pro Loco di Corezzo (15 euro).

– “Giorgio Canali & Rossosolo” saranno in concerto dalle 21:00. Seguirà “Dopofestival!”.

Domenica 13 è dedicata al capoluogo, Chiusi della Verna.

– La “camminata poetica” con il poeta “paesologo” Franco Arminio (ritrovo presso il Comune) partirà alle 10:00.

– Il pranzo, alle 13:00, sarà a cura del Ristorante Letizia (25 euro).

– Alle 15:00 “L’ambasciatore delle foreste”, incontro con lo scrittore giornalista Paolo Ciampi.

Alle 16:00 farà la sua comparsa la “Ritrattologia” del pittore maestro di macchie Claudio Jaccarino e del poeta verbiscalco Paolo Vachino. Chiuderà il programma della serata e del festival “Contrada Lamierone” in concerto.
Per l’intera durata del Festival ci saranno bookshop, acquerelli itineranti e intermezzi musicali.

Per i pranzi e le cene, a base di prodotti tipici locali, è obbligatoria la prenotazione via mail a info@cooperativainquiete.it o via sms al 347 7321236.