PROGRAMMA

I candidati, componenti la lista, si propongono di portare avanti l’attività dell’Amministrazione uscente, che ha intrapreso la via del cambiamento dell’azione di governo per consolidare atteggiamenti e comportamenti equi, onesti ed efficienti. Rinnoviamo l’impegno a metterci al servizio dei cittadini, partendo dall’ascolto delle loro esigenze, per costruire soluzioni adeguate e realistiche. Dichiariamo fin da ora di assumerci la responsabilità delle nostre scelte, facendoci carico anche degli aspetti problematici che necessariamente ogni decisione porta con sé.

Principio di Responsabilità

Ciascun attore sulla scena sociale, dall’amministratore, al dipendente comunale, al cittadino deve improntare la propria opera secondo il principio di responsabilità, in relazione al proprio grado di autonomia e potere. Ciascun attore deve essere retribuito, su tutti i piani, secondo l’impegno, la cura che ha dimostrato e per i risultati raggiunti.

Principio di Trasparenza

L’attività di governo deve improntarsi alla massima trasparenza in modo da poter essere conosciuta compiutamente e quindi valutata il più oggettivamente possibile. Per questo ci impegniamo a continuare a tenere assemblee pubbliche periodiche con la popolazione e ad incrementare gli strumenti di interlocuzione. Ci impegniamo ad informare il cittadino sia con l’uso delle modalità comunicative più moderne, sia con quelle tradizionali, come il giornale ufficiale dell’Amministrazione, dove uno spazio sarà riservato ai gruppi di opposizione. Distribuiremo una brochure divulgativa sul bilancio comunale.

Principio di Partecipazione

Una Comunità è tanto più coesa quanto più condivide gli obiettivi. Ci impegniamo a continuare ad operare nel senso della condivisione del tempo, del lavoro e degli spazi tra i cittadini offrendo occasioni di incontro diretto fra le persone: “riporteremo le persone per strada”. Lavoreremo per cementare un vincolo di solidarietà tra le persone, senza distinzione di ceto, di nazionalità, di etnia, di credo politico, di convinzioni religiose e culturali. Promuoveremo dei tavoli specifici di confronto tecnico, gestionale e consultivo per tutte le materie più importanti: turismo, sociale, sport, protezione civile, lavoro, scuola… Continueremo a sostenere ed incentivare l’opera del volontariato in tutti i campi.

DALLA PARTE DEL CITTADINO 

Burocrazia

Le procedure ed i vincoli imposti dalle norme statali e regionali sono enormi e rallentano, quando non inficiano, l’azione dell’Amministrazione. L’Ente Comune si trova tra incudine e martello, fra la macchina amministrativa ed il cittadino, con un margine di autonomia molto ristretto. Nonostante ciò l’Amministrazione continuerà nel perseguire l’obiettivo di rendere le pratiche gestionali e le procedure regolamentari il più semplificate possibili. Occorre specificare e rispettare i tempi di risposta dell’apparato gestionale; implementare sempre 2 2 più l’offerta di servizi on line, da poter utilizzare da remoto: pagamento tariffe e sanzioni; estrazioni certificati anagrafici, richieste titoli autorizzativi per l’edilizia privata; informative varie, ecc.

SVILUPPO DELLE POTENZIALITA’

Forti dell’esperienza acquisita con la passata consiliatura, consapevoli di parziali insuccessi e frustrazioni, forti della conoscenza delle problematiche esistenti sul territorio ed all’interno della macchina gestionale comunale (carenza di personale e di competenze) lavoreremo per il miglioramento rispetto a:

Risorse Umane

Continueremo a lavorare per costruire un’appartenenza comune con i dipendenti, per creare un “sentimento di squadra”, mediante la condivisione degli obiettivi. Oltre ad avere una particolare attenzione alla dimensione morale, sfrutteremo al massimo gli scarsi strumenti di incentivo economico, normativo e di carriera per un’equa retribuzione dell’impegno e dei risultati raggiunti dai dipendenti, al fine di stimolare comportamenti di presa in carico e cura delle istanze dei cittadini. Sfrutteremo i varchi inseriti dalla recente normativa, nel blocco del turn over, per coprire le figure professionali essenziali vacanti o, al momento, solo presenti a tempo determinato o parziale. In particolar modo le figure apicali: i responsabili dei vari settori. In specifico il ragioniere capo ed il comandante della polizia municipale. Continueremo nel perseguire l’integrazione ed il coordinamento dei Settori della macchina gestionale, sia tenendo periodicamente le conferenze dei responsabili, sia verificando il bilancio dell’attività di governo ed amministrativa.

Risorse Economiche

Nel contesto di stagnazione economica nazionale e della penuria delle risorse finanziarie a disposizione, è assolutamente essenziale economicizzare sulla spesa, contenere la pressione fiscale sui contribuenti e prevedere con oculatezza le priorità di investimento. Questo comporta un lavoro di monitoraggio dei centri di costo, la valutazione della spesa storica, al fine di operare delle scelte che vadano nella direzione di far emergere le economie. Un obiettivo propedeutico a questo risultato è dare la priorità ad acquisire all’ufficio finanziario il personale e le competenze adeguate, a tutt’oggi carenti (vedi stabilizzazione del personale alla ragioneria). Per un’equa ripartizione dei costi dei servizi pubblici è necessaria e doverosa una politica di contrasto all’evasione ed all’elusione fiscale e tributaria. Rafforzeremo, oltre il già notevole risultato ottenuto nell’ultima consiliatura, la capacità di intercettazione dei finanziamenti attraverso la partecipazione ai bandi regionali e nazionali. Per raggiungere questo obiettivo creeremo all’interno dell’Ente delle competenze specifiche e/o ci appoggeremo ad un partner esterno. Attueremo il Regolamento Sponsorizzazioni ed il Regolamento Adozione aree pubbliche ed arredi urbani, approvati nell’ultima consiliatura, per reperire fondi e stimolare percorsi di cittadinanza attiva, volti alla tutela dei beni comuni ed allo sviluppo del senso di appartenenza alla comunità. Implementeremo maggiormente gli istituti del servizio civile, del servizio lavoratori socialmente utili, le convenzioni con le Università e le Scuole Superiori per integrare il personale, per compensare parzialmente la scarsità di risorse economiche ed i vincoli di assunzione.

ASSETTI ISTITUZIONALI

Stante la normativa regionale e statale attuale, la mancanza di servizi logistici accentrati (ufficio pratiche personale, ufficio concorsi, ufficio forniture varie…) il Comune di Vaglia non può assolvere a tutte le funzioni, che la legge obbligatoriamente gli attribuisce, con le risorse di personale proprie. Ciò anche a causa del ridotto organico derivato dalla più che decennale contrazione della capacità di assunzione. Quindi, se da una parte continueremo a promuovere rapporti di collaborazione con i comuni limitrofi, la Città Metropolitana e la Regione Toscana, dall’altra siamo consapevoli della necessità di una discussione sul futuro assetto del Comune di Vaglia. Sulla scelta se associarsi con altri enti, per i servizi logistici, di cui sopra, o addirittura andare verso un’unione o una fusione con altri 3 3 comuni. Consapevoli dell’importanza e strategicità della scelta, anche alla luce del fallimento dell’unione con Fiesole, si sostiene la necessità di un dibattito popolare sull’argomento ed una conseguente decisione.

URBANISTICA

L’Amministrazione uscente ha provveduto a rielaborare il Piano Strutturale ed il Piano Operativo, con una prospettiva realistica di sviluppo del territorio, che ora devono essere definitivamente approvati per addivenire allo loro vigenza. I principi che hanno ispirato le nostre scelte sono state il contenimento massimo dell’uso del suolo, l’attenzione ai bisogni di infrastrutture pubbliche (marciapiedi, strade, spazi di aggregazione…), il sostegno e lo sviluppo all’attività economica e sociale. Il tutto in relazione alla capacità finanziaria dell’Ente Comune. Consapevoli che la risorsa terra è un valore che necessita di tutela, con i piani abbiamo salvaguardato il paesaggio e l’ambiente ed in prospettiva lo abbiamo reso più fruibile dalla collettività. Approveremo quindi il nuovo Regolamento Edilizio Unificato Approveremo un nuovo Regolamento del Verde e Salvaguardia nel Territorio urbanizzato, pubblico e privato. Più snello di quello attualmente in vigore. Aggiorneremo il Regolamento degli scarichi delle acque reflue. Metteremo mano alla revisione dell’elenco delle strade vicinali ad uso pubblico, con declassamento di quelle non più utilizzate, salvaguardando comunque la servitù di utilizzo non motoristica; aggiornandone i tracciati.

LAVORI PUBBLICI

La vocazione del territorio è essenzialmente a carattere residenziale, anche di qualità. Ma perché il comune non rimanga esclusivamente un “dormitorio” occorre predisporre e/o favorire delle strutture che possano ospitare dei servizi sociali, piccole attività economiche di vicinato, occasioni culturali, sportive e ricreative. Proprio anche a questo scopo sono stati elaborati i nuovi piani, Piano Strutturale e Piano Operativo. Quando questi saranno finalmente vigenti ci si potrà attivare per:

  • a Bivigliano, progettare e realizzare la riqualificazione della piazza Don Castelli mediante anche l’acquisizione dell’area sottostante destinata a verde pubblico ed in piccola parte a parcheggio. Il progetto è collegato anche al potenziale intervento privato di riqualificazione e ricollocazione dei volumi dell’adiacente area, gestita dalla Polisportiva. Acquisire e recuperare l’area degradata degli ex macelli in via Roma, con realizzazione o meno di volumetria, al fine di attuare uno spazio pubblico speciale, che potrà essere un piccolo centro civico, un punto internet free, un gazebo per esibizioni musicali… Comunque sulla destinazione della piazza e dell’area ex macelli si attiverà un concorso di idee con la partecipazione popolare. Realizzar un camminamento da Bivigliano alla Casa al Vento a monte della strada provinciale 102. Realizzare il parcheggio con illuminazione, a servizio dell’abitato in zona Marroneto;
  • a Caselline, completare l’edificio del Centro Civico, secondo progetto, e lo spazio annesso destinato a servizi sportivi, culturali e ricreativi. Progettare il parcheggio sulla via delle Caselline, davanti alla scuola dell’infanzia. Inoltre si prevede l’esproprio della piazzetta attigua per adibirla a baricentro pedonale della frazione;
  • a Fontebuona, procedere alla realizzazione di parte dei marciapiedi lungo la SS 65, al fine di migliorare la sicurezza pedonale Sarà una priorità la manutenzione straordinaria del tetto del circolo;
  • a Montorsoli, progettare un’area a parcheggio ed un marciapiede lungo la SS 65 lato chiesa; un allargamento della strada verso questa e un’area adiacente a verde pubblico. Prevedere la realizzazione di una nuova viabilità veicolare a tergo del condominio in via Giovanni Angiolo ed una pedonale da via Fontesecca verso il distributore di carburante;
  • a Paterno, dopo che sarà stata completata la rimozione dei rifiuti, la bonifica dell’ex cava e fatto il ripristino ambientale, si potrà riprogettare l’area riqualificandola a servizi sportivi e ricreativi, finalmente rivitalizzando l’abitato. Nel frattempo pensiamo di dare nuova vita alla ex scuola recuperandola alla residenza, mediante bando per l’alienazione, oppure affidandola in comodato ad un’associazione in cambio della sua ristrutturazione;
  • a Pratolino, che dovrà diventare porta turistica da e per Firenze ed il Mugello, progettare l’area antistante l’ingresso del Parco Mediceo per la realizzazione di un centro informazioni e servizi turistici ed un parcheggio attiguo attrezzato. Migliorare l’efficienza energetica della palestra della scuola, sostituendone la copertura: ciò permetterà di acquisire il certificato antincendi anche per il pubblico spettacolo e quindi lo svolgimento di attività anche a livello agonistico;
  • a Vaglia capoluogo, progettare e realizzare, per moduli, del nuovo plesso scolastico, che riunirà infanzia, primaria e secondaria di I° livello. Questa è l’opera principe della pianificazione territoriale, la cui realizzazione prevede circa 3.000 mq di superficie. Il primo obiettivo è la ricollocazione delle 13 classi che attualmente sono ospitate nella scuola Barellai e Manzi a Pratolino, in modo di avere in sicurezza, anche sismica, tutta la popolazione scolastica, dopo che le scuole di Caselline e Vaglia sono state ristrutturate e consolidate adeguatamente. Contestualmente realizzare la progettazione della riqualificazione di Largo Saltini, con la viabilità adiacente, in modo da creare un baricentro di funzioni socio-economiche. Con la realizzazione di un plesso scolastico unico nuovo, non solo si dota la popolazione scolastica di una struttura adeguata alle esigenze della didattica e della pedagogia moderne, ma, con la disponibilità di palestra, auditorium e laboratori, si permetterà di svolgere funzioni sportive, ricreative e culturali allargate a tutta la cittadinanza, creando un polo sociale, economico e di servizi, nel centro del capoluogo, che riqualifica tutto il territorio comunale. Altro obiettivo è la progettazione e la realizzazione del parcheggio previsto in via Sala;
  • a Viliani, prevediamo un parcheggio auto pubblico lungo la via comunale, un nuovo acquedotto e nuova fognatura.
  • Un’area cani, autogestita, sarà realizzata ad iniziare da Vaglia, Bivigliano e Pratolino.
  • Strade vicinali ad uso pubblico: continueremo ad emettere bandi per un contributo finanziario alla loro manutenzione.
  • Giardini: sostituiremo gli arredi più obsoleti ed integreremo i giochi anche con strutture in legno e con materiali di recupero, realizzati in economia, anche in collaborazione con genitori o cittadini qualificati.

LAVORO- ECONOMIA-TRIBUTI

La vocazione residenziale, turistica e sportivo-ricreativa del territorio è la traccia su cui può svilupparsi un’economia basata su piccole imprese, che prestano servizi agli utenti, siano questi turisti giornalieri provenienti dall’area metropolitana, siano turisti residenziali che pernottino in loco. L’accoglienza turistica diffusa, i B&B, gli affittacamere, le residenze turistico-alberghiere in genere, gli esercizi commerciali e di somministrazione vanno sostenuti con l’integrazione di trasporti dedicati, con la presenza di un’adeguata rete di servizi di guide artistiche e ambientali. Per trattenere sul territorio le start up ed i giovani, si devono prevedere occasioni di spazi comuni di lavoro (coworking), individuandoli in edifici dismessi (vedi stazioni ferroviarie ad esempio), dove giovani professionisti (avvocati, psicologi, fisioterapisti…) possano locare, a canone agevolato, locali ad ore. Alla luce del fatto che, in questi ultimi anni, nel territorio ha ripreso vigore l’attività agricola di qualità, orticoltura e piccolo allevamento, va incrementato il mercato del contadino, la localizzazione della cui struttura è prevista nel capoluogo, condizionata alla costruzione di volumetria residenziale privata. Nella stessa struttura si prevede la realizzazione di un impianto 5 5 pubblico di trasformazione di alimenti (marmellate, dolci, conserve.) che permetta anche a piccoli produttori di certificare sanitariamente i prodotti e quindi immetterli sul mercato. Per supportare l’attività dei produttori agricoli va promossa la loro aggregazione, affinché questi, riuniti in associazione possano contenere le spese di gestione ed essere più competitivi. Inoltre, per quanto possibile, va sostenuto l’allevamento di bestiame in essere e la coltivazione di qualità. La pressione tributaria comunale va allentata in relazione alla capacità di effettuare economie ed efficientare i servizi. A questo scopo incrementeremo l’attività di intercettazione dei finanziamenti pubblici mediante la formazione del personale per l’acquisizione delle adeguate competenze. Studieremo le tariffe dei servizi scolastici per un’eventuale loro rimodulazione (revisione del numero di fasce ISEE con una maggiore proporzionalità della tariffa all’interno della stessa fascia di reddito). Incrementeremo il monitoraggio da parte degli uffici comunali della qualità dei servizi scolastici (tramite incontri con i genitori e docenti, distribuendo questionari, effettuando sondaggi sulla soddisfazione dell’utenza).

TURISMO

L’Amministrazione uscente, dopo quattro anni di studio e lavoro, è riuscita ad impostare un sistema turismo che è partito dal basso analizzando i bisogni degli operatori di settore e dei cittadini. Abbiamo così creato la Vaglia del futuro, una Vaglia verde, sostenibile, che punta ad un turismo lento, dei cammini, un turismo dell’anima coerente con le tendenze che si stanno affermando in Italia e nel mondo. Per promuovere il territorio è stata realizzata una brochure dei luoghi, l’apertura dell’ufficio informazioni turistiche, la formazione degli operatori del settore. Abbiamo creato la rete dell’ospitalità diffusa per riconvertire economicamente le seconde case, chiuse da anni. Per il futuro prevediamo di continuare a riaprire e ricartellare tutti i sentieri del comune per creare una rete trekking per attrarre ed ospitare i viaggiatori in cammino. È prevista la realizzazione di due bivacchi lungo i principali sentieri, uno su Monte Morello e l’altro su Montesenario e le due vette saranno collegate da un cammino. Un ulteriore anello pedonale di coronamento, percorribile anche da disabili sarà al Poggio della Garena a Pratolino. Qui, intorno al Parco Avventura, si svilupperà una sentieristica tematica a carattere favolistico-fantastico ideata per bambini. Inoltre la rete sentieristica, già come avviene per la più importante Via degli Dei, collegherà Vaglia con le sue frazioni ed i territori limitrofi, ovvero Sesto Fiorentino, Fiesole ed il Mugello. Sarà quindi possibile scoprire totalmente, a piedi o in bici, il territorio. Il centro di accoglienza turistica davanti all’ingresso del Parco Mediceo di Pratolino, con il Parco Avventura adiacente, potrà diventare il polo di erogazione dei servizi di supporto al turismo dolce (noleggio bici, stazione di partenza mezzi navetta di collegamento con la stazione ferroviaria…) Le parole d’ordine dei prossimi cinque anni saranno, “prodotto e promozione”. La promozione dovrà essere realizzata in coordinamento con l’ambito turistico sovracomunale. Nel nostro caso l’ambito fiorentino, appena nato, ma già operante. Promuoveremo presso gli operatori italiani ed esteri la vendita di pacchetti turistici che al suo interno contengano anche il nostro territorio. Uno dei primi progetti che vogliamo rivitalizzare è l’anello del Rinascimento che attraversa anche il nostro territorio. Abbiamo sul territorio il Parco Mediceo di Pratolino ed il brand seriale “Ville Medicee” che deve diventare sempre più volano di sviluppo turistico. Da anni abbiamo iniziato una collaborazione con la Città Metropolitana di Firenze per portare nel Parco di Pratolino eventi e mostre. In ultimo, in ordine di tempo, abbiamo siglato una concessione che prevede l’uso gratuito del locale all’interno della portineria ad uso di ufficio informazioni turistiche del comune. Queste relazioni e collaborazioni, saranno portate avanti ed incentivate nell’ottica dello sviluppo e promozione del Parco e del territorio comunale. Continueremo a formare operatori e sostenere l’associazione Proloco e tutte quelle realtà che lavorano nel settore e ne fanno la sua forza.

SCUOLA

Strategia

Continueremo sulla via della collaborazione ed il dialogo instaurato con i genitori (comitato genitori e/o rappresentanti dei genitori), con il dirigente scolastico ed i docenti. È fondamentale sostenere la collaborazione con l’Istituto Comprensivo per rispondere in maniera sinergica alle esigenze delle famiglie in termini di tempo scuola e qualità dei servizi accessori, senza incidere in maniera eccessiva e conseguentemente insostenibile sui costi (in termini di risorse economiche e di personale) a carico dei due enti o delle famiglie.

Trasporto scolastico

Nell’ottica di ottimizzazione del servizio, valuteremo costi e benefici della gestione in economia. Digitalizzando il sistema gestionale delle tabelle orarie, cercheremo di migliorare i passaggi dei bus, soprattutto per la scuola dell’infanzia, in relazione all’abbattimento del tempo di permanenza degli alunni a bordo dei pulmini, compatibilmente con le risorse di personale e mezzi disponibili. Nel lungo termine questo servizio, integrato con il Trasporto Pubblico Locale ed il Noleggio con Conducente, potrebbe diventare un collegamento tra le frazioni per consentire l’accesso degli alunni anche alle attività extrascolastiche.

Prescuola

Istituiremo un accesso al servizio tramite il pagamento di una cifra modesta per gli alunni che non usufruiscono del trasporto scolastico, in modo da ridistribuire in maniera più equa il costo di questo e di altri servizi scolastici correlati (post-scuola).

Post scuola primaria

Studieremo e valuteremo l’interesse delle famiglie per una diversa modalità di gestione e/o diversificazione dei contenuti del servizio di post-scuola per la primaria, soprattutto quando sarà a regime lo stesso tempo scuola per le cinque classi. Ipotizziamo una serie di attività integrative: corsi di lingue estere, attività sportive in collaborazione con le società che gestiscono gli impianti comunali, attività musicali in collaborazione con la Scuola di Musica Demidoff od altre, laboratori di vario genere in collaborazione con le associazioni del territorio e privati cittadini. Si ipotizza una sorta di “college” dove il gestore effettua il coordinamento e la supervisione delle varie attività; fornisce gli operatori per la sorveglianza mensa, effettua funzioni di custodia e pulizia dei locali.

Post scuola secondaria I° grado

Collaboreremo con l’Istituto Comprensivo per sondare l’interesse da parte delle famiglie per l’attivazione di un servizio di doposcuola, a costi contenuti, mirato al sostegno nei compiti per casa per gli alunni della scuola secondaria di I° grado da affidare ad un gestore qualificato (rivolto a tutti gli alunni ma con particolare attenzione agli alunni con BES) (vedi anche progetto di tutoraggio autogestito da attivarsi con una rete di volontari, o con convenzioni con le scuole secondarie di II° grado e/o con la Facoltà di Scienze della Formazione).

Centri estivi

Lavoreremo per la progettazione di nuove modalità gestionali dei centri estivi, soprattutto per gli alunni della scuola primaria, promuovendo collaborazioni con le associazioni del territorio e/o i comuni limitrofi (società sportive, circoli), soprattutto se il numero degli iscritti continuasse a registrare una contrazione.

Campi per vacanze di Natale e Pasqua

Sonderemo l’interesse per l’attivazione di campi ricreativi ed esperienziali durante le vacanze, da effettuarsi anche in locali alternativi alla scuola, in modo da sostenere le famiglie in difficoltà con la conciliazione dei tempi scuola-lavoro.

Progetti d’Istituto e centro di ascolto psicologico

Continueremo a sostenere l’Istituto Comprensivo attraverso contributi economici alla realizzazione dei progetti scelti per le nostre scuole, compreso lo sportello di ascolto psicologico. Continueremo a proporre alle scuole progetti mirati all’educazione alla cittadinanza, alla conoscenza e promozione del territorio, all’inclusione e solidarietà anche in collaborazione con gli uffici comunali (es. biblioteca e polizia municipale) ed i gestori dei servizi sul nostro territorio (es. Alia, Publiacqua, Toscana Energia, gestore refezione scolastica). Cercheremo di promuovere, in collaborazione con l’Istituto Comprensivo, la nascita di un Consiglio dei Ragazzi per cui è già stato avviato il percorso nell’ultima consiliatura.

Gemellaggio con le scuole di Muccia

Proporremmo alle scuole di Vaglia di tenere un gemellaggio con quelle del Comune di Muccia delle Marche, devastato dal terremoto nel 2016. Si porteranno gli alunni a fare esperienza della distruttività fisica, economica e sociale del sisma, con l’obiettivo di creare in essi una mentalità di prevenzione e protezione civile. Per sviluppare in loro solidarietà civica ed umana.

SPORT-SVAGO

Si deve continuare a incentivare l’attività sportiva, per tutte le età, a partire dall’incrementare le discipline sportive nella palestra di Pratolino, che, in prospettiva, con i lavori di sostituzione della copertura, avrà nuove potenzialità, allorquando questa potrà essere utilizzata anche per attività agonistiche. L’attività del campo sportivo comunale va sostenuta, perché si radichi la pratica sportiva per gli adulti e soprattutto il centro di avviamento al calcio per i bambini, mettendo quanto più possibile a disposizione il trasporto scolastico. In relazione alla realizzazione di una piscina nel complesso alberghiero Demidoff Hotel, come da pianificazione, il cui uso sarà da convenzionarsi con il comune, in un prossimo futuro potrà essere disponibile una struttura dove praticare tutte le attività natatorie. Cercheremo di realizzare quello che non siamo riusciti a fare in questa consiliatura: i giochi di frazione, per rinsaldare il senso di comunità nel solco di una sana e divertente competizione. Pensiamo a bandire un concorso di idee per una diversa destinazione e fruizione del campo di calcetto di Fontebuona, poiché non è appetibile con le caratteristiche attuali, come dimostrano i tre bandi di gara emessi per la sua gestione che non hanno avuto esito positivo.

CULTURA

Ci proponiamo di estendere la divulgazione e la fruizione della cultura, in tutte le sue forme, artistiche, storiche, scientifiche, con l’obiettivo di conseguire la costruzione del senso di appartenenza, del radicamento della comunità. La cultura amplia le coscienze ed arricchisce l’anima. A questo scopo il completamento del Centro Civico alle Caselline potrà implementare uno spazio per teatro ed arti musicali, dove, con una gestione esternalizzata, potranno essere attivate molteplici iniziative artistiche, ricreative e culturali, in integrazione con la biblioteca di Pratolino. La quale continuerà in collaborazione con la Proloco e con la Città Metropolitana alla realizzazione di eventi quali i percorsi artistici guidati, le mostre di pittura e fotografia, laboratori di scrittura. Pensiamo anche ad un decentramento dell’attività sulle frazioni, con la collaborazione dei circoli e delle associazioni locali. Riprogettiamo (non ci è riuscito in questa consiliatura) di realizzare della street art sui muri a cemento di via di Paterno. Continueremo le collaborazioni con il Teatro del Maggio Fiorentino, la Scuola di Musica Demidoff, e le numerose associazioni musicali ed artistiche presenti in ambito metropolitano, per organizzare eventi all’interno del Parco Mediceo, all’auditorium del Monastero di Montesenario, nelle pievi e nelle chiese parrocchiali. In occasione delle feste e sagre, della Mora, della Finocchiona, della Schiacciata, dei patroni di Vaglia, Pratolino e Bivigliano, che riconfermiamo di voler organizzare e consolidare, saranno portati in piazza spettacoli ricreativi e culturali che valorizzino i numerosi artisti locali. Progettiamo di convogliare la tendenza dei giovani a rappresentarsi il mondo con gli strumenti della tecnologia digitale, coinvolgendoli in un concorso di arti espressive sulla narrazione del nostro territorio, le sue persone, gli usi, la storia, l’arte.

AMBIENTE

L’Amministrazione si propone di procedere finalmente alla redazione del bilancio di sostenibilità pluriennale. Obiettivo che era già nel programma precedente e non è stato possibile conseguire, per 8 8 insufficienza di risorse umane. Il documento dovrà pianificare gli interventi volti a migliorare le condizioni locali ed a contribuire a quelle mondiali, secondo l’Agenda 2030. Il documento prevedrà, a livello comunale, i valori etico, sociali ed ambientali che si vuole perseguire. Il rispetto dei diritti umani, il rifiuto dello sfruttamento del lavoro minorile, la coesione sociale, la parità dei diritti di genere, la salvaguardia dei terreni boscati, il risparmio della risorsa dell’acqua, l’abbattimento delle emissioni in atmosfera, il rispetto degli animali. Indicherà gli obiettivi, le mete da raggiungere. Tempi, modalità e risorse per perseguire tali obiettivi. Lo scopo è sia di impegnare l’organo di governo del comune a realizzare una politica concreta in funzione della salvaguardia dell’ambiente, sia di stimolare la consapevolezza nei cittadini sul tema del riscaldamento dell’atmosfera, le sue conseguenze sul clima, lo sfruttamento delle risorse naturali, divulgando buone pratiche di comportamento, per lasciare in eredità alle generazioni future non un mondo compromesso, ma di speranza. Riguardo alla discarica abusiva di Paterno è necessario operare su due versanti. Da un alto monitorare e vigilare sulle operazioni di smaltimento e bonifica. Dall’altro adire il giudice civile per ottenere dalla proprietà dell’area il risarcimento dei danni, già sentenziato dal giudice penale. L’illuminazione pubblica sarà efficientata attraverso l’introduzione di corpi illuminanti a basso consumo, cercando la partecipazione finanziaria dei privati (project financing, contratto di disponibilità…) Riqualificheremo energeticamente quanti più edifici pubblici possibili, cominciando dalla palestra di Pratolino. Attueremo la produzione di energia da fonti rinnovabili per coprire il fabbisogno delle strutture/impianti pubblici. Ottimizzeremo la raccolta dei rifiuti porta a porta (PAP) passando al sistema delle premialità (PAYT) per gli utenti che fanno più differenziata. Allestiremo un servizio di ritiro rifiuti pericolosi e speciali, assimilati agli urbani, mediante un ecofurgone ambulante. Per queste stesse tipologie di rifiuti, con il nulla osta del gestore, istituiremo una ridotta isola ecologica, a gestione comunale, a cui i cittadini possano rivolgersi direttamente. Ottimizzeremo ed amplieremo il servizio di pulizia strade.

SICUREZZA

Il livello della sicurezza pubblica nel comune di Vaglia è buono, come certificato dalle statistiche ministeriali sulle denunce di reato. Tuttavia si ritiene importante abbattere il numero dei furti nelle abitazioni, che genera apprensione. Si deve operare per infondere maggior percezione di sicurezza. Carabinieri e polizia municipale devono essere più prossimi ai cittadini per presenza fisica e tempestività di intervento. Sarà installata un’ulteriore videosorveglianza nelle frazioni di Pratolino e Bivigliano

TRASPORTI E VIABILITA’

La dislocazione dei centri abitati, sparsi sul territorio, e la natura orografica dello stesso complica i collegamenti tra le frazioni. Occorre pensare a dei trasporti più flessibili secondo le esigenze della popolazione, più agili nel rispondere alla domanda. Per questo si ipotizza la realizzazione di un “taxi collettivo” convenzionando una delle autorizzazioni comunali del noleggio con conducente, per l’espletamento di corse in orari e giornate particolari (trasporto giovani in città nel venerdì e sabato notte; prelievo e accompagnamento turisti all’aeroporto e stazioni ferroviarie…) con contributo finanziario del Comune. Studieremo la fattibilità economica di poter estendere l’abbonamento unico agevolato metropolitano, trasporto pubblico su gomma e rotaia, anche oltre la cerchia dell’urbano (fino a Bivigliano, Vaglia capoluogo, Mulinaccio) Sulle strade di nostra competenza lavoreremo per innalzare il livello di sicurezza, con il monitoraggio dei manufatti d’arte, intervenendo laddove ci sia necessità, migliorando il manto e 9 9 operando una migliore manutenzione ordinaria (segnaletica orizzontale, paracarri e delineatori di carreggiata). Sulle strade di competenza della Città Metropolitana e di ANAS, saremo solleciti nel segnalare e fare pressione sui rispettivi proprietari per gli interventi che si rendessero necessari.

SOCIALE E SANITA’

Uno sguardo particolare va rivolto al problema della solitudine, che, anche nelle nostre zone, colpisce sempre più la popolazione anziana. Istituiremo lo sportello per l’ascolto dei “soggetti deboli”, in collaborazione con la Società della Salute, dove anziani soli o comunque cittadini socialmente fragili possano essere supportati non solo economicamente e psicologicamente, ma anche nelle pratiche burocratiche e legali. Reitereremo il tentativo di recuperare da RFI i locali di loro proprietà, stazione ferroviaria e cantiere a Vaglia, stazione a Fontebuona, per utilizzarli in parte come abitazioni volano per ospitarvi provvisoriamente persone e famiglie senza alloggio, oppure come strutture per l’associazionismo od il lavoro condiviso. Per i giovani, oltre ad un rilancio dell’utilizzo dello spazio polivalente nel capoluogo, per il quale si pensa ad una modalità di autogestione con supervisore esterno, puntiamo al loro coinvolgimento attraverso lo sport e la cultura, con particolare riferimento a musica, libri, fumetti, giochi di ruolo e non, cinema. Si potranno realizzare eventi specifici, soprattutto per gli adolescenti, in collaborazione tra la biblioteca comunale ed associazioni come Aics, Polisportiva Vaglia, Scuola, Scuola Musica Demidoff e privati cittadini. Uno spazio di supporto ai giovani alunni, autogestito, sarà progettato e realizzato nella misura in cui incontra la sinergia con le associazioni ed il contributo di tutoraggio da parte di studenti più anziani, per la cui opera sarà riconosciuto loro un bonus per acquisti in prodotti di cultura (biglietti teatro, cinema, libri, musica…) Intendiamo rinnovare l’iniziativa di aprire uno spazio autogestito di scambio e/o donazione di oggetti di seconda mano. Svilupperemo con il nuovo gestore delle farmacie comunali, in collaborazione con le Misericordie di Vaglia e Bivigliano, progetti di assistenza per le fasce più deboli della popolazione. Istituiremo giornate di sensibilizzazione sulla prevenzione di malattie oncologiche, dermatologiche, nonché campagne sulla corretta alimentazione. Progettiamo una “scuola contadina” per orticultori dilettanti, dove detentori di antiche e tradizionali pratiche di coltivazioni, perlopiù anziani di età, possano trasmettere il loro sapere.

Migranti

La solidarietà tra persone, di qualunque nazionalità e razza, è un valore assoluto. Siamo dell’opinione che i flussi migratori debbano essere governati e limitati e, coerentemente, a chi arriva sul nostro territorio è dovuta un’accoglienza dignitosa che preveda gli stessi diritti, accompagnati dagli stessi doveri, dei cittadini italiani: assistenza sanitaria, istruzione, residenza, possibilità di lavoro. Lavoreremo per integrare il più possibile gli ospiti che sono già o transiteranno sul nostro territorio. Se la normativa nazionale sarà modificata, e quindi ci sarà la possibilità, si prevede la realizzazione di un piccolo centro di ospitalità a gestione comunale, in sostituzione dell’attuale CAS a Bivigliano.

PROTEZIONE CIVILE

Protezione civile per una popolazione civile. Vogliamo un cittadino informato e formato, preparato ad affrontare le emergenze che possano derivare dai rischi incombenti sul nostro territorio. Primi tra tutti, il terremoto e le alluvioni. Per questo continueremo a lavorare per rinsaldare una cultura della prevenzione, cominciando a formare la popolazione scolastica. Ai fini della sicurezza antisismica, dopo aver installato l’accellerometro, strumento di allarme, nella scuola a Pratolino, lo posizioneremo anche nelle scuole di Vaglia e Caselline, quindi doteremo le 10 10 scuole Manzi e Barellai a Pratolino di arredi antisismici (banchi, cattedre, tavoli mensa, banchi aula d’arte e di informatica) allo scopo di abbattere notevolmente il rischio terremoto. Reitereremo e rafforzeremo le esercitazioni di risposta alle varie tipologie di emergenza coinvolgendo anche la popolazione. Per quanto riguarda le emergenze meteo, relative a ghiaccio, neve, piogge abbondanti, perfezioneremo ed ottimizzeremo, in continuazione con quanto abbiamo fatto in questi anni, la capacità di reazione e di intervento della macchina comunale, integrandola e coordinandola con le risorse esterne.