Il Sindaco di Rufina Maida è preoccupato per l’escalation dei nuovi casi Covid 19. Prima una ventiduenne di Scarperia e il giorno dopo un ragazzo di Borgo San Lorenzo. Poi un giovane animatore della Parrocchia di Borgo che stava partecipando a un campo estive a Figliano insieme a 40 ragazzi e 10 coetanei, finiti tutti in quarantena. Cinque contagiati e decine di persone in isolamento. L’improvviso aumento dei contagi, il rischio e la preoccupazione devono portare a una presa di coscienza da parte di tutti. Il Sindaco precisa che per adesso, a Rufina non ci sono casi ma che è responsabile e prudente seguire le disposizioni anti Covid 19. Perché anche se sembrava che tutto stesse andando bene pare che ancora non sia finita. Maida si assume tutta la responsabilità di annullare gli eventi in programma potenzialmente pericolosi, in particolare  quello di mercoledì in piazza (maggio musicale), di giovedì (shopping sotto le stelle) organizzata insieme all’associazione commercianti in accordo con i presidente Vettori e la serata di venerdì nei piani (Coop/galletto) organizzata dall’amministrazione comunale. Come amministrazione avevano programmato un calendario di iniziative per agevolare le attività commerciali che vertono in grande difficoltà, ma ovviamente la salute dei cittadini viene prima di tutto. “Dobbiamo metterci in testa che bisogna essere più responsabili e che ognuno deve fare la propria parte” ,afferma il Sindaco in un post di Facebook, “Sperso che i contagi restino lievi, ma il virus c’è ancora e il contagio si diffonde con facilità. Per questo dobbiamo stare tutti più attenti, responsabili e accorti. L’impegno deve venire da ognuno di noi per evitare una nuova emergenza. Nei prossimi giorni valuterò la situazione assumendomi la responsabilità delle decisioni. La salute dei cittadini prima di tutto.”