Riduzioni per il trasporto scolastico, sospensione della rata asilo nido di marzo

Questa mattina la Giunta Comunale di Rufina ha varato alcuni provvedimenti “economici” dedicati alle famiglie ed alle imprese in relazione all’emergenza Covid-19. Si tratta di decisioni che vengono incontro alla comunità in questo momento di grave difficoltà e che cercano di alleggerire il bilancio familiare e quello delle aziende situate sul territorio. 

Questi i provvedimenti decisi dall’Amministrazione Comunale:

Famiglie:

– non verrà richiesta la quota relativa al mese di marzo per i bambini iscritti ai nidi comunali e privati;

– per trasporto scolastico è fissata la riduzione di un dodicesimo della quota a carico delle famiglie;

Imprese:

– rinviata al 31 luglio la quota di pagamento Tosap;

– sarà proposta al Consiglio Comunale la modifica del Regolamento TARI al fine di consentire il rinvio del pagamento delle rate 2020.

Ricordiamo anche che recependo le disposizioni nazionali e regionali:

– sono sospesi i servizi della Biblioteca Comunale

– gli Uffici Comunali sono aperti ed osserveranno il normale orario di servizio, l’accesso al pubblico dovrà limitarsi ai casi urgenti e di effettiva e non rinviabile necessità e sarà regolato secondo le disposizioni da tenere già determinate dai Provvedimenti Governativi (ingresso una persona alla volta, code, attesa e sosta e permanenza nel rispetto della distanza minima di un metro);

– i cittadini sono invitati a comunicare con gli uffici preferibilmente per via telefonica o per posta elettronica, evitando presentarsi personalmente agli uffici se non in casi di urgenza e di necessità improcrastinabile.

Segnaliamo infine che: il Sindaco di Rufina Vito Maida e il Dirigente Scolastico dell’Istituto Comprensivo di Rufina Paola Gallo hanno diffuso una nota nella quale si invita le famiglie a “voler sensibilizzare i ragazzi ad evitare il più possibile le situazioni di assembramento e far comprendere loro, in questo momento così delicato, che la responsabilità individuale è il primo e più immediato presidio a tutela della salute pubblica, e che il buon senso unito al senso civico possono garantire una efficace linea di condotta”.