“Lo scorso anno, sopratutto in piena campagna Fusione, fummo l’unico comitato a celebrare il Centenario della Grande Guerra – dichiara Cristian Petronici, FDI e Portavoce Difendi San Godenzo –. In occasione del centenario, infatti, si svolsero ben due aperture simboliche della sede di Villa Gentili (da noi riqualificata) e in più la cerimonia e la deposizione dei fiori. Per noi era un gesto importante, un’occasione per ricordare i nostri parenti, all’epoca coetanei, morti il secolo scorso combattendo per l’Italia e che nel nostro Comune portarono molte medaglie al valore durante la Grande Guerra. Una guerra dove per la prima volta non si combatteva distintamente per regioni, ma tutti insieme dal Nord al Sud del paese, come ITALIANI. Anche oggi, 4 novembre, nonostante la cerimonia ufficiale sarà il 10, cercheremo di fare qualcosa al riguardo, magari una serata come comitato Difendi San Godenzo insieme all’amministrazione e a tutte le persone o associazioni interessate, per ricordare il grande sacrificio compiuto da coloro che all’epoca erano i giovani del nostro Comune. Una cosa che ci fa molto riflettere vista la nostra fortuna di vivere in tempi di pace. Proprio per questo nel nostro futuro statuto, oltre a rappresentare le frazioni, inseriremo il progetto ‘4 Novembre San Godenzo’: un progetto che si dedicherà a serate per la memoria, ad attività volte a riscoprire le nostre radici, a un aiuto concreto per il mantenimento dei monumenti ai caduti. Insomma, un impegno che intendiamo portare avanti in questa data per riscoprire e ricordare la nostra storia”.