Martedì 29 ottobre, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Borgo hanno c, residente in Mugello, per il reato di deturpamento e imbrattamento di cose altrui.

E’ stato sorpreso la sera prima all’interno della stazione di Campomigliaio, già luogo di atti di vandalismo (lo scorso settembre, infatti, si era registrata la rottura delle vetrate e di una bacheca, oltre a espressioni oscene e bestemmie riportate sulle pareti).

Lo studente, questa volta, all’arrivo della pattuglia dell’Arma, aveva già scritto alcune frasi come “Mussolini pipistrello” e le sigle “ACAB” e “A” cerchiata sui muri della struttura, con le bombolette spray a sua disposizione, poi sequestrate dai militari operanti.