Il Consiglio Comunale di Scarperia e San Piero ha deciso alcune riduzioni della tassa sui rifiuti per le attività di ristorazione e ricettive. Per incentivare comportamenti ecosostenibili e ridurre il consumo di prodotti usa e getta nell’ambito della ristorazione ha nuovamente stanziato un fondo di € 5.000,00, da ripartire tra tutti i richiedenti aventi diritto, per finanziare:

– una riduzione TARI del 20% (da intendersi quale limite massimo concedibile) per le seguenti utenze non domestiche: categoria 22 (Ristoranti, trattorie, osterie, pizzerie, pub); categoria 7 (Alberghi con ristorante); categoria 31 (Agriturismi, affitacamere svolto in modo imprenditoriale, residence); utenze che dimostrino di aver abbattuto totalmente il consumo di prodotti in carta a favore di prodotti tessili riutilizzabili nell’esercizio della loro attività. Nel caso delle utenze classificate nelle categorie 7 (Alberghi con ristorante) l’agevolazione è limitata alla superficie destinata alla ristorazione.

– una riduzione TARI del 10% per (da intendersi quale limite massimo concedibile) per le seguenti utenze non domestiche: categoria 8 (alberghi senza ristorante); categoria 31 (agriturismi, affittacamere svolto in modo imprenditoriale, residence) che forniscano esclusivamente il servizio di prima colazione; utenze che dimostrino l’abbattimento totale del consumo dei prodotti in carta per l’attività di somministrazione, a favore dei prodotti tessili riutilizzabili, limitandone l’applicazione alla superficie destinata al servizio di prima colazione degli ospiti.

Previste riduzioni anche per le aziende certificate ISO14001 E EMAS. La riduzione TARI è del 15% (da intendersi quale limite massimo concedibile) per le aziende certificate ISO14001 e riduzione TARI del 20% (da intendersi quale limite massimo concedibile) per quelle certificate EMAS (si tratta di certificazioni concernenti sistemi per la valutazione ed il miglioramento della gestione ambientale) finanziata con un fondo iscritto in bilancio di € 10.000 da ripartire proporzionalmente tra tutti i richiedenti aventi diritto.

La richiesta di riduzione deve essere presentata a pena di decadenza entro il 31/12/2019 utilizzando la modulistica scaricabile (cliccando qui).