Venerdì scorso, al K-Hall di San Piero a Sieve, si è tenuto il secondo appuntamento del Toscana Gospel Festival 2019 2020, evento realizzato con il contributo di K-array, La Marzocco, Temera, Villa Campestri Olive Oil Resort. A salire sul palco è stato il gruppo Eric Waddell & The Abundant Life Singers, che in soli nove anni è divenuto uno dei gruppi di spicco di Baltimora, nel Maryland.

Durante la serata sono intervenuti inoltre Massimo Ferrati di K.Array, il sindaco di Scarperia e San Piero Federico Ignesti e il rappresentante della Città Metropolitana Giovanni Bettarini, che hanno speso alcune parole anche in merito all’attuale difficile situazione del Mugello, recentemente colpito dal sisma. Era presente alla serata anche il Console Generale degli Stati Uniti a Firenze Benjamin V. Wohlauer. La nuova edizione del Festival, che si tiene in Toscana ormai da 24 anni, ha preso il via giovedì 12 dicembre e proseguirà con tante altre tappe fino al 1 gennaio 2020.

Dal 1996, anno della prima edizione, il Toscana Gospel ha portato in scena 300 cori e 2900 artisti, per un totale di 310 spettacoli. Per l’edizione numero 24 il cartellone prevede 23 spettacoli in teatri prestigiosi, chiese storiche, piazze e luoghi speciali, dando spazio a gruppi che provengono da varie parti degli USA, dalla Georgia alla Louisiana, dal Nebraska, a Washington DC e naturalmente New York.

Consulta tutto il programma su: www.toscanagospelfestival.net.