– Settembre: tutti sabati e domeniche pomeriggio a porte aperte, per conoscere il programma 2020/2021 – 55° anniversario dalla fondazione. Un esempio di come l’associazionismo anche nel Mugello cerca di reagire al COVID. Nel ricevere il programma della Associazione FUNAKOSHI di Scarperia per il 2020/21, con le date di inizio delle diverse attività, (che riportiamo di seguito); abbiamo rivolto alcune domande al maestro Mauro Ferrini:

 

D: Quale è stato l’impatto del Covid19 nelle vostre attività, e soprattutto quali sono le ricadute più significative che prevedete da settembre?

R: A parte il blocco totale da marzo a maggio 2020, nei mesi di Giugno e Luglio siamo riusciti a riaprire alcuni corsi dove sebbene con una partecipazione ridotta è stato utile poter sperimentare concretamente le difficoltà nella applicazione delle norme vigenti (distanziamento, sanificazione

ecc.). Le criticità operative variano molto a seconda della tipologia di attività ma in generale siamo soddisfatti sia delle soluzioni adottate che della autodisciplina dei Soci. Anche noi per alcuni corsi abbiamo sperimentato le lezioni on-line ma in termini insufficienti per poterne trarre indicazioni

adeguate sulla loro potenzialità, specialmente in una situazione che vede la grande prevalenza del nostro cosiddetto “corpo sociale” ad un livello molto basso di alfabetizzazione informatica,

io per primo. Per l’immediato futuro il quadro di incertezza permane (vedi i circa 1400 positivi al giorno e 5/6000 in Francia ecc.) comunque per fare un minimo di programmazione non serve essere pessimisti diciamo che affrontiamo questo inizio di stagione con “prudente ottimismo”. Una cosa è certa, tutte le associazioni come la nostra (anche se il Covid scompare domani) devono attrezzarsi ad una nuova situazione che contiene anche ricadute economiche non trascurabili.

D: A cosa ti riferisci quando parli di nuova situazione e quali sono gli aspetti economici?

R: La pandemia si è inserita in una realtà già profondamente modificata negli ultimi anni, mi riferisco ad un radicale cambio di esigenze e comportamenti collettivi e quindi ad una nuova tipologia di richiesta anche per le attività motorie e sportive. Senza forzare le analogie possiamo

paragonare il grande centro commerciale (dove a volte dentro trovi la palestra aperta per 15 ore al giorno) con il piccolo negozio di paese aperto il pomeriggio; ecco noi siamo il piccolo negozio che

pur avendo una grande importanza sociale, se lo guardiamo come una parte dei cosiddetti “servizi di prossimità” rimane in piedi solo se riesce ad offrire eccellenza nelle discipline che propone, ed un clima che promuova e valorizzi la qualità delle relazioni il clima di empatia nelle attività

sociali. Per gli aspetti economici faccio solo un esempio; laddove riuscivamo ad organizzare un corso per 15 persone a 30 Euro mensili, ora dovremo mettere il numero chiuso a 10 e ci mancheranno 150 euro a mese. Da anni noi abbiamo utilizzato l’attivo dei corsi che erano più numerosi per finanziare altri corsi con un numero limitato di partecipanti. Certo potremo anche aumentare le quote sociali, e sono certo che un gran numero di socie e soci lo accetterebbero, ma è una questione delicata perché …. “Se la tua mozzarella è buonissima ma mi sembra troppo cara” la tentazione di andare a comprarla al centro commerciale con l’offerta della settimana a qualcuno

gli viene. Comunque non voglio drammatizzare abbiamo raggiunto 55 anni di attività e proseguiremo.

D: 55 anni è tanta roba, farete qualche iniziativa per festeggiarli?

R: Nel 2015 abbiamo organizzato un nutrito programma per i nostri primi 50 anni, in quella occasione abbiamo effettuato anche un ritrovo dei fondatori (fra i quali l’ispiratore Roberto Guidacci) ed abbiamo stabilito di incontrarci ogni 5 anni, quindi il 26 Settembre prossimo ci incontreremo di nuovo (con il distanziamento vigente, ma con una profonda vicinanza e condivisione nel ricordare il nostro entusiasmo di quel lontano 1965).

D: Una ultima battuta cosa diresti a chi non conosce la Funakoshi per suscitare interesse alle vostre discipline?

R: C’è un antico detto orientale declinato al maschile ma inteso anche al femminile, in una epoca dove non c’era la stampa, la radio o la Tv ne tantomeno internet, recita così: “Quando il maestro è

pronto arriva l’allievo… quando l’allievo è pronto incontra il maestro”. A parte le battute uno dei nostri limiti è quello di essere più “praticanti” e molto meno “promotori” delle discipline che pratichiamo a partire dal Karate, al Tai Chi Chuan al Qi Kong, allo Yoga ecc., quindi trascuriamo da sempre le iniziative pubblicitarie, con la conseguenza che non riusciamo a fare neppure

quella minima informazione oggi necessaria. La pubblicazione del nostro programma è una rara eccezione della quale vi ringrazio. Proprio per recuperare qualcosa sul terreno della informazione

tutti fine settimana di Settembre abbiamo organizzato una iniziativa chiamata FUNAKOSHI PORTE APERTE, e consiste nella possibilità a tutti di venirci a trovare pomeriggi del sabato e

della domenica, per avere informazioni dirette sul nostro programma sulle nostre discipline, sulle modalità interne anticovid ecc. Ringraziamo il maestro Mauro Ferrini per tutte le informazioni e riportiamo di seguito il programma della ASD Funakoshi di Scarperia.