Novità positive per i cittadini del Mugello possessori di prima casa che ha subito danni in seguito al terremoto dello scorso 9 dicembre.

La Regione raddoppia l’iniziale contributo statale di 25mila euro quale contributo straordinario destinato agli interventi di pronto ripristino sul patrimonio edilizio privato danneggiato, contributo erogato in base alla legge regionale  del 5 maggio 2020 

Viene così riconosciuta una maggiorazione del contributo per ogni singola unità immobiliare nel limite massimo di 25.000 euro per immobile che si sommano a quelli già riconosciuti dallo Stato.

Il contributo previsto per ogni unità immobiliare sarà erogato tramite i Comuni, sulla base dei criteri di priorità, tenuto conto delle risorse regionali complessive messe a disposizione che ammontano a oltre 1 milione di euro.

“Anche in questo periodo così particolare – ha detto l’assessore alla protezione civile Federica Fratoni –  i cittadini del Mugello che hanno subito il terremoto sono stati prioritari nell’attività regionale e oggi di questi giorni, possiamo con soddisfazione dire che abbiamo mantenuto l’impegno di raddoppiare lo stanziamento del Governo che consentirà di dare una risposta conclusiva ad oltre il 90% delle prime case danneggiate dal terremoto del 9 dicembre scorso”.

“Davvero una buona notizia per i cittadini – commentano i sindaci di Barberino di Mugello Giampiero Mongatti e di Scarperia e San Piero Federico Ignesti- questo contributo darà un’ulteriore risposta alle necessità delle famiglie in modo da rendere la ricostruzione più veloce e meno impattante. Di questo non possiamo che ringraziare nuovamente la Regione Toscana, che fin dalle prime ore è stata al nostro fianco nell’affrontare l’emergenza”.