L’evento fiorentino del 2 maggio si avvicina a grandi passi. Immersa in una natura selvaggia e diversificata, la Ultra Trail Mugello è una gara dall’impronta spiccatamente wild e dal carattere internazionale. Montepremi totale di 3.000 euro per chi infrangerà i record.

Mugello Nature Matters è lo slogan che accompagna gli atleti lungo il percorso disegnato nell’Appennino Fiorentino più autentico. La Ultra Trail Mugello si snoda su due distanze, 60 chilometri e 23,5 chilometri, da coprire in semi autosufficienza. In entrambe le gare l’asfalto viene toccato solo per 300 metri, il resto è composto da single track, mulattiere e ‘stradelli’ forestali, all’interno dei 6.240 ettari del parco Giogo-Casaglia. Un tracciato interamente fruibile anche al di fuori della competizione, per allenamenti ed escursioni, che tocca 7 tra rifugi alpini e bivacchi che, nell’occasione, ospiteranno il pubblico e fungeranno da basi vita per ristori e soccorsi.

Si prevede un parterre eccezionale grazie anche all’introduzione di un montepremi complessivo di ben 3.000 euro per i runner che dovessero stabilire i nuovi record maschili e femminili dei due percorsi. Così suddivisi: mille euro in denaro per il primato sul percorso di Ultra Trail Mugello 60 km e 500 euro per il primato sul percorso di Trail Mugello 23,5 km. I tempi da battere nella ultra sono quelli di Riccardo Montani (5h40’20” – edizione 2019) ed Elisabetta Mazzocco (6h42’13” – edizione 2018). Mentre i primati cronometrici della prova più corta appartengono a Marco De Gasperi (1h51’40” – imbattuto dal 2014) e Denisa Dragomir (2h12’07” – edizione 2019).

Mugello Outdoor asd e Unione Montana dei Comuni del Mugello guideranno la regia dell’evento. Main sponsor saranno Scott e Poggio del Farro. Per il settimo anno consecutivo il Mugello starà sotto i riflettori internazionali coniugando turismo sportivo, natura e cultura.

Il percorso di Ultra Trail Mugello

La partenza avverrà da Badia di Moscheta, nel comune di Fiorenzuola. Si percorre il canyon della valle dell’Inferno per raggiungere la valle del torrente Rovigo, una delle più selvagge dell’Appennino centrale. Acque cristalline circondate da ripide pareti rocciose in cui soggiorna una coppia di aquila reale e dove si apre la cascata dell’Abbraccio, all’interno della quale transiteranno gli atleti. Dopo aver percorso un lungo crinale panoramico si passa dall’Alto Mugello al versante mugellano, scendendo fino al borgo di Case di Risolaia e Casa d’Erci, edificio colonico ora museo della civiltà contadina dell’Appennino tosco-romagnolo. Si risale verso il passo del Giogo, dove si potranno scorgere le tracce dell’apprestamento difensivo tedesco, la Linea Gotica, edificata nel tentativo di rallentare l’avanzata dell’esercito alleato durante la seconda guerra mondiale. Si prosegue sul crinale dello spartiacque appenninico, dove tratti con panorami mozzafiato si alternano a boschi secolari. Il tratto che torna verso il traguardo posto a Badia di Moscheta riserva ancora panorami interessanti, in particolare quando si transita sul monte Acuto. Sito ufficiale: ultratrailmugello.it