“Il gruppo Centrosinistra per l’Unione Mugello – scrive la capogruppo Stefania Ciardi – con un ordine del giorno presentato al Consiglio dell’Unione dei Comuni del Mugello del 24 aprile ha chiesto al governo interventi immediati per i bilanci dei comuni. L’emergenza sanitaria sta generando impatti gravissimi sui bilanci dei comuni e in particolare sulla tenuta finanziaria per i maggiori costi e per il crollo delle entrate dovuto al blocco di gran parte delle attività economiche. I servizi essenziali comunali rischiano di rimanere senza risorse, come ad esempio il trasporto pubblico locale, i servizi alla persona e all’infanzia, i bisogni delle persone più fragili, ed è urgente che il governo predisponga tutto quello che sarà necessario per la ripartenza per la ripresa delle attività. Una riduzione dei servizi avrebbe conseguenze negative sociali ed economiche penalizzando le persone più fragili e comporterebbe una perdita di posti di lavoro. Per questo il Centrosinistra per l’Unione Mugello in linea con le richieste di Anci e facendo seguito alla richiesta di 500 Sindaci di ogni schieramento politico, da destra a sinistra, ha chiesto al governo: di istituire un fondo speciale per i comuni di almeno 5 miliardi e un fondo straordinario per i comuni a vocazione turistica; la possibilità di utilizzare l’avanzo di bilancio vincolato; la riduzione del fondo svalutazione crediti ad almeno il 30%; la sospensione per le rate mutui per il 2020; consentire ai comuni di aumentare la loro capacità di indebitamento contraendo mutui o attraverso trasferimento di risorse dallo Stato ai comuni dietro idonee garanzie e di conferire ai Sindaci i poteri necessari per operare con la maggiore celerità e prontezza per velocizzare le opere più importanti e la ripartenza dei cantieri attraverso uno snellimento ed una sburocratizzazione di tutti i procedimenti amministrativi.  Esprimiamo rammarico – continua Stefani Ciardi – perché  in un momento così difficile e straordinario, con una gravissima crisi economica e sociale in atto, Lega e Forza Italia (votando contro ad eccezione di Buti e Scarpelli) e Mugello in Comune (astenuti) non riescono a sostenere i loro comuni sulla richiesta di contributi economici al governo.  In questa situazione drammatica dove i comuni saranno di fronte a una situazione durissima le forze politiche sono chiamate alla responsabilità e alla collaborazione per il bene delle proprie comunità”.