Tutti i consiglieri di minoranza con una interrogazione chiedono al Sindaco di rispettare gli impegni del programma elettorale

“Ormai da anni la gestione dei giardini comunali è sostanzialmente abbandonata a se stessa, – scrivono i consiglieri d’opposizione – con incuria e scarsa attenzione ai bisogni dei cittadini, tanto che le attrezzature e le opere in muratura presenti rappresentano una minaccia grave per l’incolumità dei bambini e degli utenti dei giardini per la presenza di altalene sganciate, parti scheggiate, strutture in mattoni parzialmente crollate, presenza di superfici taglienti, strutture non più fissate a terra etc. In particolare sono facilmente riscontrabili parti mancanti o rotte, sedute delle altalene sganciate, pilastri di supporto dei giochi sganciati, usura delle parti metalliche, parti in legno scheggiate, rivestimenti delle superfici degradati e fratturati, presenza di scritte, struttura in mattoni del teatro delle Caselline in stato di totale abbandono con superfici taglienti scoperti e possibili crolli, panchine rotte.

Inoltre le attrezzature rimosse negli ultimi anni (nei Giardini di Pratolino, Viliani e Caselline) non sono mai state sostituite con nuovi arredi e giochi, lasciando i nostri parchi in uno stato di desolante abbandono, nonostante il decoro e le attrezzature presenti rappresentano un’attrattiva importante, specialmente in un territorio a vocazione turistica.

Abbiamo ben presenti – continua l’interrogazione –  che le norme attuali richiedono precise caratteristiche di sicurezza e di conformità per le attrezzature dei giardini pubblici. Per questo chiediamo al Sindaco chiarimenti in merito alle affermazioni riportate nel Programma di Mandato depositato dall’Amministrazione, secondo il quale si prevede la sostituzione dei giochi con “strutture in legno e con materiali di recupero, realizzati in economia“, dato che il benessere e la sicurezza dei nostri bambini non dovrebbero essere soggetti ad economia”.