Sopralluogo di Donzelli e Marcheschi (Fratelli d’Italia) dopo l’incidente: “Area lasciata da anni in mano a occupazioni e degrado”

“Quella che è accaduta all’ex sanatorio Banti, nel Comune di Vaglia, è una tragedia annunciata: da anni i cittadini denunciano e subiscono una situazione invivibile, causata da occupazioni abusive, scorribande e vandalismi notturni. Le istituzioni a guida Pd non solo non sono state capaci di trovare una soluzione definitiva per l’immobile, ma neanche in grado di metterlo in sicurezza: per questo hanno grandi responsabilità. Da Fratelli d’Italia la vicinanza e la solidarietà ai familiari e agli amici del ragazzo che ha perso la vita”. È quanto hanno affermato il deputato di Fratelli d’Italia Giovanni Donzelli e il capogruppo in Consiglio regionale Paolo Marcheschi nel corso di un sopralluogo che si è svolto in settimana all’ex sanatorio Banti, dove un ragazzo di 20 anni ha perso la vita sabato 13 luglio cadendo dal tetto di un edificio. Sulla situazione della struttura Donzelli ha già presentato nei giorni scorsi un’interrogazione alla Camera dei Deputati, mentre Marcheschi ha annunciato una sua imminente iniziativa in Consiglio regionale.

“L’edificio è decadente e pericoloso, anche per la presenza di amianto che abbiamo verificato di persona – hanno sottolineato Donzelli e Marcheschi –. I cancelli e le recinzioni sono facilmente superabili come dimostrano i numerosi accessi abusivi che sono stati creati. L’incapacità della Regione e della Asl sono evidenti: in tutti questi anni hanno permesso che l’immobile andasse in malora e l’area finisse in preda al degrado, ospitando anche […]”.

(Il resto dell’articolo puoi leggerlo su “Il Galletto”, in edicola da sabato 20 luglio)