Il sindaco di Vaglia Leonardo Borchi informa i cittadini: “Come disposto dall’Ordinanza della Protezione Civile del 29 marzo, il Comune di Vaglia ha attivato la possibilità di richiedere buoni spesa per chi si trova in una situazione economica di difficoltà dovuta all’emergenza sanitaria (delibera n°41 del 03/04/2020). I buoni, dal taglio di 20€ ciascuno, saranno spendibili soltanto negli esercizi commerciali del Comune di Vaglia che hanno aderito all’iniziativa, di cui potete prendere visione nell’elenco pubblicato sul sito del Comune di Vaglia; avranno scadenza 30 gg dalla data di consegna. I buoni non sono convertibili in denaro contante o utilizzabili per acquisti di alcolici o tabacco.

Modalità di presentazione delle domande:

La domanda può essere presentata da lunedì 11 maggio alle ore 17:00 fino a giovedì 14 maggio da un solo componente per nucleo familiare convivente, utilizzando il modulo disponibile sul sito Internet del Comune di Vaglia, http://www.comune.vaglia.fi.it/

  •  consegnato debitamente compilato e con allegato un documento di identità del richiedente all’Ufficio Protocollo, orario dal lunedì al venerdì dalle ore 8,30 alle 12,30, il martedì anche dalle 15 alle 18 e il giovedì dalle 15 alle 17;
  • oppure inviato all’indirizzo di Posta Elettronica Certificata comune.vaglia@postacert.toscana.it, firmato e con allegato un documento di identità del richiedente;

Requisiti del richiedente:

Possono accedere alla richiesta dei buoni spesa i nuclei familiari non in grado di soddisfare le necessità più urgenti ed essenziali e il cui componente richiedente è residente o domiciliato (qualora, a seguito del sopravvenire dell’emergenza epidemiologica Covid-19, non sia più potuto rientrare nel comune di residenza) nel comune a cui viene effettuata la richiesta e, in caso di cittadinanza straniera, in possesso di un titolo di soggiorno in corso di validità.

Le domande di coloro che hanno già beneficiato di buoni spesa (procedura conclusasi con l’approvazione dell’elenco dei beneficiari tramite la determinazione n°96 del 20.04.2020), verranno collocate in una graduatoria a parte, e soddisfatte secondo i criteri di assegnazione stabiliti, nel caso dovessero residuare delle risorse dopo aver soddisfatto tutte le domande risultate idonee ricevute dai richiedenti per la prima volta i buoni spesa.

Inoltre i nuclei richiedenti dovranno essere in possesso anche dei seguenti requisiti:

  • non essere già in carico ai Servizi sociali, ma aver subito l’azzeramento o una forte riduzione del reddito da lavoro percepito dai suoi componenti in seguito a una modifica delle condizioni occupazionali successiva al 31 gennaio 2020 e connessa all’emergenza epidemiologica Covid-19;
  • se in carico ai Servizi sociali vedersi attestata dagli stessi la condizione di fragilità sociale e l’opportunità di un intervento di sostegno alimentare in relazione a condizioni venutesi a determinare a seguito del sopravvenire dell’emergenza epidemiologica Covid-19;
  • non essere titolari di uno o più depositi e conti correnti bancari e postali, per i quali la sommatoria dei valori del saldo contabile attivo, al lordo degli interessi, al 31 marzo 2020, sia superiore a una soglia di € 6.000,00, accresciuta di € 2.000,00 per ogni componente il nucleo familiare successivo al primo, fino a un massimo di € 10.000,00;
  • non aver ottenuto i buoni spesa con la procedente procedura.

Per modifica della condizione occupazionale si intende:

  1. nel caso di lavoratore dipendente a tempo indeterminato: risoluzione del rapporto di lavoro;
  2. nel caso di lavoratore dipendente a tempo determinato ovvero impiegato con tipologie contrattuali flessibili: conclusione del rapporto di lavoro;
  3. nel caso di lavoratore autonomo: cessazione o sospensione della propria attività, in quanto non rientrante tra quelle inserite nell’elenco di cui all’allegato al decreto del Ministro dello Sviluppo Economico 25 marzo 2020;
  4. nel caso di lavoratore intermittente o a chiamata: consistente riduzione della propria attività.

Importi erogabili – L’importo mensile del buono spesa varierà in base alla numerosità del nucleo familiare secondo la seguente tabella: Numero dei componenti, Importo mensile del buono spesa (in €).

N: componenti   Importi mensili

1                               160

2                               240

3                               320

4                               400

5 o più                       480

Qualora nel nucleo familiare siano presenti percettori di contribuzioni economiche pubbliche aventi finalità di sostegno al reddito erogate a livello nazionale, regionale o comunale, l’importo del buono spesa sarà ridotto (sino al suo azzeramento) di un importo pari a quello del valore complessivo mensile di dette contribuzioni (l’importo mensile del buono spesa, così rideterminato, sarà approssimato per eccesso al valore del multiplo superiore di € 20,00). Sono da considerarsi contribuzioni economiche pubbliche aventi finalità di sostegno al reddito le seguenti prestazioni: Reddito di Cittadinanza, Carta acquisti ordinaria, pensione sociale e assegno sociale, pensione di inabilità, contributi economici comunali di sussistenza, nonché ammortizzatori sociali (CIG, NASpI e DIS-COLL). Eccezionalmente e su proposta motivata del servizio sociale, l’importo mensile del buono spesa potrà essere oggetto di ulteriore integrazione.

Ufficio Servizi Sociali: Raffaella Maiolani, Federico Nannucci. Telefono: 055/5002454, 3346737715.  Email: f.nannucci@comune.vaglia.firenze.it, PEC: comune.vaglia@postacert.toscana.it

Il termine per la presentazione delle domande sono le ore 17 del giorno 14 maggio 2020, in caso di invio tramite PEC farà fede l’orario di ricezione della PEC. Tutti i richiedenti riceveranno comunicazione in merito all’esito della domanda e alla assegnazione dei buoni spesa e relative modalità di ritiro”.