«Il lavoro sommerso. La tratta degli esseri umani e lo sfrutta-mento della manodopera straniera»: un incontro con ospiti d’eccezione al Mulino di Vicchio domenica 22 marzo.

Sarà un tema di emergenza e bruciante attualità al centro della settima tappa di «Insieme per la casa comune», il ciclo formativo organizzato dall’associazione onlus Il Mulino e dalla parrocchia S. Giovanni Battista a Vicchio, con il patrocinio dell’Amministrazione comunale, dell’Arcidiocesi, della Facoltà Teologica dell’Italia Centrale, di Caritas Firenze e del Jesuit Social Network Italia, la rete delle attività sociali legata alla Compagnia di Gesù.

La tratta degli esseri umani e lo sfruttamento della manodopera straniera sono due piaghe del mondo contemporaneo. Un fenomeno non più sotterraneo e dalle dimensioni globali che coinvolge un numero enorme di persone, bambini inclusi, anche nel nostro Paese.

Per conoscerne dinamiche, portata e azioni di contrasto, intervengono tre esperti in materia: Gabriella Bottani, suora comboniana milanese, coordinatrice della rete internazionale contro la tratta di esseri umani «Talitha Kum», insignita del riconoscimento di Ufficiale dell’Ordine al Merito della Repubblica dal Presidente Sergio Mattarella lo scorso dicembre; William Chiaromonte, fiorentino, docente di Diritto del lavoro presso il Dipartimento di Scienze giuridiche dell’Università degli Studi di Firenze, specializzato nella regolazione del lavoro degli stranieri e la diffusione del lavoro sommerso, in particolare nello sfruttamento dei migranti in agricoltura; Aboubakar Soumahoro, noto attivista sindacale e sociale, auto-re del volume «Umanità in rivolta». A condurre l’incontro sarà Paola Piazzi, Presidente del Jesuit So-cial Network. Ospiti di eccezione per un evento da non perdere!

L’appuntamento è domenica 22 marzo al Mulino di Vicchio in via Casole 20 alle ore 16.00. L’ingresso è gratuito. L’iniziativa si avvale del contributo della Regione Toscana.
Per info > 3343374470  ilmulino@mulinocasole.it  www.mulinocasole.it