E’ stato un incontro proficuo quello che si è svolto giovedì mattina a Vicchio, nella sala del Consiglio Comunale. Qui, accolta dal sindaco Filippo Carlà Campa, il Prefetto Laura Lega ha, infatti, incontrato le istituzioni locali e i rappresentanti della società civile vicchiese.
Lega, dopo aver ricordato il ruolo di garanzia della figura del Prefetto, ha evidenziato l’importanza di incontri sul territorio come quello di Vicchio, momento di confronto e di conoscenza diretta delle variegate problematicità e caratteristiche di una comunità.
“La presenza dello Stato e delle istituzioni sul territorio, e la loro collaborazione, nel rispetto dei ruoli specifici – ha detto il Prefetto – è fondamentale per garantire legalità e sicurezza alla comunità locale: questa, nello stesso momento, deve essere capace di unire le energie migliori in progetti condivisi che permettano  una qualità della vita sempre migliore”.
Tanti i temi affrontati durante l’incontro: dalla sicurezza alla tutela ambientale, dalla gestione delle emergenze di protezione civile alla necessità di una comunicazione costante e qualificata.
I partecipanti alla riunione hanno rappresentato le tematiche relative ai propri ambiti di attività  e il Prefetto ha illustrato i progetti ed i programmi in corso d’opera  su numerose materie.
“È stato un incontro piacevole e fruttuoso nel corso del quale abbiamo avuto occasione di trattare temi importanti per il nostro paese tra i quali la sicurezza, lavoro, scuola – ha detto il sindaco -. Abbiamo parlato inoltre della scarsa copertura  telefonica sul nostro territorio e della problematica del passaggio a livello sulla provinciale 551 Traversa del Mugello. Sono sicuro che inizieremo immediatamente una collaborazione concreta ed efficace con tavoli operativi sulle tematiche trattate. Del resto il comune è l’istituzione più vicina ai cittadini, è il luogo dove vengono a chiedere aiuto, dove vengono a chiedere informazioni, dove gli si dà l’aiuto e si cerca di andargli incontro con tutti i modi possibili. Il cittadino viene dal Sindaco, dall’assessore, dal consigliere per una parola di aiuto, per vedere se può avere risoluzione al proprio problema. Il Sindaco è un mestiere bellissimo, a contatto con un mondo pieno di possibilità di aiuto agli altri, bisogna però darci la possibilità di farlo, Ecco, Signora Prefetto, le ho parlato del mio e del nostro disagio. Sono problemi reali con cui ogni amministratore locale deve fare i conti ogni giorno. Negli anni che mi attendono e che attendono l’intera Amministrazione, daremo fondo a tutta l’energia che serve a questo paese per continuare a crescere, per ritrovare l’ottimismo, per ritornare ad avere giovani che sentano forte il legame con il nostro territorio. E credo che, da parte loro, i giovani chiedano allo Stato, all’Italia, questo: ottimismo impegno e fiducia reciproca”.
All’incontro hanno partecipato:  Giunta Comunale, Consiglieri Comunali, Polizia Municipale, Carabinieri, Direttore Società della Salute, Dirigente Scolastico Istituto Comprensivo Statale, Coldiretti, Confesercenti, Confindustria, CGIL, Associazioni locali.