Dopo il Flash Mob dello scorso 20 giugno il Sindaco di Vicchio Filippo Carlà Campa ci ha rilasciato una dichiarazione che riportiamo integralmente:

 

“Da quando i cittadini di Vicchio mi hanno scelto come loro  sindaco,  ho ascoltato tante persone e lo stesso ho fatto e sto facendo anche sul progetto del Parco Eolico di Villore Corella; molti sono stati i concittadini che educatamente si sono rivolti a me per portarmi a conoscenza dei loro dubbi e delle loro perplessità che, in modo pacato, abbiamo discusso. Come tante persone mi hanno dichiarato il loro assenso al progetto. Per quanto riguarda il flash mob di sabato poco ho da dire: non so chi fossero i partecipanti se non attraverso qualche nota; dalle foto mi sembra di capire che c’erano pochissime persone, alcune delle quali con cartelli riportanti frasi anche poco riguardose. Sui social ho trovato post che mi riguardano con espressioni decisamente offensive. Mi dispiace per chi le ha scritte: forse non ha capito che per dialogare  non servono le stesse idee, serve il rispetto.”

Ricordiamo che Flash Mob che è evento improvvisato, senza annunci, per definizione, era stato organizzato dai numerosi contrari all’impianto eolico progettato per il Giogo di Villore e la protesta riguarda anche l’Inchiesta Pubblica indetta dalla Regione che si sta svolgendo praticamente da remoto, senza presenza fisica che sarebbe stata di certo più efficace.

La polemica sull’energia eolica, come su tutte le altre forme di generazione di energia, in Italia, da decenni, infuria. I grafici che mostrano l’impianto che prevede enormi pale, a largo, in Adriatico hanno scatenato l’opinione pubblica, almeno quella parte che alza la voce.

Con il Sindaco Carlà Campa abbiamo parlato di vari altri aspetti affrontati a Vicchio.

 

Per cominciare la situazione post fase uno della pandemia.

 

“La ripartenza è stata tutto sommato positiva, dal punto di vista dei pubblici esercizi, e l’altra sera abbiamo ripreso a chiamare la gente in piazza. Abbiamo chiuso la piazza e tante persone sono venute senza auto a passeggiare e, con la collaborazione di bar e ristoranti, è stata una bella serata di ripartenza positiva. Ora si dovrà vedere quale danno abbiano subito le attività economiche anche vedendo l’efficacia dei provvedimenti governativi per sostenerle.”

 

Le risultano attività che non riapriranno, che siano particolarmente in difficoltà?

 

“Non mi risulta, non ne ho avuta notizia. Se ce ne fossero saremo pronti a dare una mano”.

 

Di cosa vi state prioritariamente occupando in questi giorni?

 

“Stiamo lavorando per mantenere il nostro patrimonio ambientale nel modo migliore possibile e l’ufficio tecnico sta lavorando per rimettere a posto il verde pubblico e perchè si possano riaprire le nostre strutture turistiche ricettive che sono la piscina e il campeggio e poi c’è una parte meno visibile che riguarda l’economia dopo il Covid. Ci stiamo occupando di rimettere in sesto l’amministrazione e di misure di sostegno all’accoglienza, viste anche le previsioni di un turismo localizzato e le già numerose richieste di case per l’estate a Vicchio.”

 

La riapertura delle scuole a settembre come la state affrontando?

 

“A oggi non si sa niente. Siamo in attesa di capire cosa succederà. Abbiamo già previsto la sanificazione degli edifici ma ancora nessuno ci ha detto esattamente come sarà questa riapertura. Siamo pronti a essere operativi al momento nel quale arriveranno le indicazioni.”

 

Intanto state riaprendo anche i centri estivi?

 

“Sono già ripresi. Abbiamo sette associazioni che accoglieranno bambini non solo di Vicchio ma anche di altre località del territorio. So che stanno andando bene e da parte nostra abbiamo dato dei contributi specialmente a chi si occupa di disabili e poi abbiamo la mensa per tutti i bambini che vengono ai centri estivi.”

 

Come stanno andando le sinergie con  l’Unione dei comuni mugellani?

 

“Credo che l’unione si stia muovendo bene seguendo le esigenze dei comuni e il presidente Moschetti sta dando risposte certe necessarie in questo momento. Del resto anche la Società della Salute sta lavorando molto per i centri diurni per anziani che dovrebbero ripartire la prossima settimana come mi ha confermato l’assessore regionale Stefania Saccardi. Siamo in costante coordinamento con la Regione che indica la direzione e dobbiamo essere bravi a recepire le direttive che ci giungono, come è accaduto durante tutto il periodo di massima crisi”

 

Sindaco Carla Campà, possiamo dire che questa spaventosa crisi ha portato a creare una sinergia efficace tra le varie amministrazioni?

 

“Secondo me non c’è dubbio. Sono stato qualche giorno fa a una riunione con altri sindaci e l’assessore, in ospedale. Quello che è emerso dai vari reparti degli ospedali è stato proprio questo. Prima erano reparti separati ma dal primo giorno dell’emergenza c’è stata una unione tra tutti che ha creato una sinergia indissolubile che ha dato molti frutti nell’ospedale di Borgo che dobbiamo dire ha gestito in maniera perfetta l’emergenza”

 

Concorda in questo anche con l’opinione del Sindaco di Borgo Omoboni. Opinione entusiasta unanime sul lavoro svolto dall’ospedale di Borgo San Lorenzo.

 

Veniamo all’eolico sul giogo di Villore.

 

“Noi per ora siamo spettatori di questo percorso con la terza seduta dell’inchiesta pubblica e siamo sempre più convinti che la sinergia tra gli enti che dovrà decidere se fare o no l’impianto sia fondamentale. Noi siamo un tassello e vogliamo capire anche cosa diranno gli altri. A oggi le criticità che sono state evidenziate dal comitato sono poco tecniche e molto di pancia e devono essere attentamente valutate. Da parte mia devo solo stare attento a come si svolgono le varie fasi. L’inchiesta pubblica è una eccellenza che è stata richiesta e che è importante e porterà a esiti notevoli di cui tenere conto”

 

Il Sindaco Carlà Campa conclude con un appello a diffondere sempre notizie certe e corrette. “Mi hanno chiamato in tanti per dirmi di questa situazione poco chiara riguardo a AGSM, mi sono informato in Regione e dal Prefetto e risulta che a oggi la stessa AGSM non abbia ricevuto nemmeno una notifica riguardo alle notizie recenti a fronte di affermazioni gravi riportate dalla stampa.”

 

Claudio Gherardini