Lo riporta quest’oggi martedì 7 marzo il sito devurbe.net. in un articolo a firma Lorenzo Fabbiani

Vi si legge che: “La Corte dei Conti ha  sanzionato il Comune di Vicchio per non aver rispettato i vincoli di bilancio per gli anni 2015 e 2016.

Sono stati alcuni scambi di messaggi fra cittadini e l’assessore Bolognesi su facebook a rendere pubblica la situazione del bilancio.  La notizia in realtà era da diversi mesi che circolava, più di un anno secondo alcuni. A dicembre in Consiglio Comunale ci fu anche una animata discussione sul tema fra Bacciotti , attuale e passata assessore al bilancio del Comune, e le opposizioni.

Inoltre in un comunicato stampa di gennaio Officina19 chiese al Sindaco di rendere pubblica la questione, ma non ci fu risposta. Da quel momento non ci sono state più notizie, fino a qualche giorno fa, quando Bolognesi ha provato a spiegare cosa stesse succedendo tramite social “La sanzione per il 2020 comporta il blocco dei mutui, delle assunzioni, il riequilibrio del bilancio e pene accessorie come la decurtazione delle indennità di carica degli amministratori del periodo. Tra l’altro” prosegue l’assessore in risposta ad un commento su facebook “queste sanzioni si aggiungono ad una altra delibera del 2017 della Corte dei Conti che impegna il Comune per 27 anni ad accantonare 37 mila euro l’anno sempre per riequilibrare il bilancio comunale”.

Una situazione complessa, alla quale sembra aggiungersi una ulteriore sanzione che vedrebbe i prossimi tre bilanci del Comune segnare in partenza circa meno 230mila euro all’anno.

Per l’amministrazione adesso la speranza è tutta riposta nella legge mille proroghe. E’ sempre Bolognesi infatti che spiega “abbiamo speranza che nella ‘legge milleproroghe’ approvata dalle Camere, siano state inserite delle norme che ci aiutino a superare i problemi creati dalla precedente amministrazione”.