Per le attività economiche (negozi, laboratori, fabbriche, esercizi pubblici, ristoranti, studi ed uffici ecc.) costrette da norme statali a chiudere l’attività per l’emergenza coronavirus, l’amministrazione vicchiese ha previsto la possibilità, di non tassare l’immobile occupato per il periodo durante il quale si protrae l’impossibilità di esercitare la propria attività oppure di tassarla, se del caso, con diversa tariffazione (ad esempio bar che hanno esercitato meramente l’attività di tabacchi).

E’ sufficiente compilare un modello disponibile sul sito del comune (http://www.comune.vicchio.fi.it/eventi-notizie/proroghe-scadenze-e-validita)

“Con questa misura urgente, approvata dall’amministrazione nella giunta del 9 aprile, – ha commentato il vice sindaco Laura Bacciotti, –  intendiamo dare un concreto sostegno economico alle nostre imprese che si trovano ad affrontare questa emergenza”.